Carige, via libera Consob ad aumento capitale  

Scritto da il 20 novembre 2017

Carige, via libera Consob ad aumento capitale

(Fotogramma)

Pubblicato il: 21/11/2017 15:21

E’ arrivato il via libera della Consob al prospetto informativo per l’aumento di capitale di Banca Carige. Lo rende noto la banca. L’offerta in opzione partirà domani.

L’offerta in opzione riguarderà la sottoscrizione di 49.797.699.840 nuove azioni, “al netto delle azioni proprie”, a un prezzo di 0,01 euro: di questi, 0,001 da imputare a capitale sociale e 0,009 a titolo di sovrapprezzo. Nell’operazione è prevista anche un’offerta, allo stesso prezzo, di nuove azioni rivolta ai portatori di tre bond subordinati. Questa tranche avrà un controvalore massimo di 60 mln di euro.

Le lettere di sottoscrizione “irrevocabili” sono arrivate finora dai grandi azionisti: Malacalza Investimenti per la propria quota (17,6%); Gabriele Volpi che, oltre ad aver confermato il proprio 6%, si è impegnato a salire al 9,9%; Aldo Spinelli (attraverso la Spininvest Srl) per la quota dello 0,45% e Gruppo Cooperative Liguria per la quota dell’1,76%.

L’aumento di capitale di Carige è valso un “richiamo di attenzione” della Consob per la sua natura “fortemente diluitiva”. In un avviso pubblicato sul sito, la Commissione spiega che questa caratteristica (il prezzo delle nuove azioni è fissato a 0,01 euro, ndr) “determina il rischio che durante il periodo di offerta in opzione delle nuove azioni si verifichino anomalie nel processo di formazione del prezzo, consistenti in una sopravvalutazione del prezzo di mercato delle azioni rispetto al loro valore teorico”.

Per minimizzare questo rischio, “l’aumento di capitale sarà gestito secondo il modello rolling, come già indicato da Borsa Italiana. Si tratta del primo aumento di capitale ad essere gestito con tale modello”. Il modello prevede che una volta iniziato l’aumento, sia possibile esercitare in via “anticipata” i diritti di opzione in ciascun giorno dell’aumento a partire dal terzo, ricevendo immediatamente le azioni di nuova emissione.

La consegna anticipata delle azioni di nuova emissione “è volta a permettere l’arbitraggio fra azioni e diritti di opzione già a partire dal primo giorno di avvio dell’aumento di capitale; a sua volta, l’attività di arbitraggio dovrebbe evitare sul nascere le anomalie di prezzo suindicate”. In alternativa, i diritti di opzione potranno essere esercitati secondo il modello tradizionale, con la consegna delle azioni di nuova emissione alla fine dell’aumento.

LAVORATORI IN PIAZZA A GENOVA – Sono scesi in piazza oggi per la prima volta da 15 anni a questa parte con un presidio e un corteo per le vie del centro di Genova: giornata di mobilitazione per i lavoratori di Banca Carige che in centinaia hanno incrociato le braccia contro i 1000 esuberi annunciati dall’istituto di credito genovese. Una mobilitazione a difesa del lavoro arrivata a poche ore dell’aumento di capitale da 560 milioni di euro, operazione che prenderà il via domani.

Allo sciopero di oggi hanno aderito solo i dipendenti iscritti alla Fisac Cgil mentre gli altri sindacati hanno revocato l’astensione dopo un accordo in extremis con l’azienda. “Giù le mani dai dipendenti Carige”, “Da anni ci mettiamo la faccia e vogliamo rispetto”, sono solo alcuni degli striscioni portati in piazza dai lavoratori. A prendere parte al corteo dipendenti da tutta la Liguria e anche alcune delegazioni di lavoratori dalla Toscana e dall’Emilia Romagna.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background