Elezioni, 7 impresentabili tra Sicilia e Ostia 

Scritto da il 28 novembre 2017

Elezioni, 7 impresentabili tra Sicilia e Ostia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 29/11/2017 15:01

“Abbiamo accertato casi di incandidabilità numericamente limitati”, un totale di “sette, di cui sei in Sicilia, uno a Ostia“. Così la presidente della commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, facendo il punto sul lavoro compiuto dall’organismo parlamentare relativamente agli accertamenti sui candidati che si sono presentati alle elezioni amministrative del 5 novembre scorso in Sicilia e a Ostia.

La presidente dell’Antimafia ha specificato che una posizione è risultata “incandidabile per la Severino, mentre le altre sei per il nostro codice di autoregolamentazione, varato nel 2014”, aggiungendo che non saranno resi noti i nomi dei candidati ‘impresentabili’.

“Non sono definitivi tutti i nostri accertamenti – ha spiegato – né sappiamo se scatterà sospensione in base alla Severino”.

“Ciascun candidato deve far conoscere la sua effettiva situazione giudiziaria – ha chiesto Bindi – prevedendo una sanzione specifica, come la sospensione, per chi mente per candidarsi, andando oltre la legge Severino”.

Bindi ha proposto una legge che impegni i partiti a una selezione della classe dirigente, da attuare prima delle prossime elezioni politiche. “Prima della fine della legislatura – ha sottolineato – possiamo diventare promotori di una legge che si potrebbe approvare, magari con un decreto del governo, per arrivare a una selezione della classe dirigente, andando oltre i casellari giudiziari, e arrivando a verificare anche i cosiddetti ‘chiacchierati'”.

Per Bindi si può pensare “a una modifica del nostro codice di autoregolamentazione, integrandolo a esplicito appello da sottoscrivere in Parlamento”, chiedendo “una verifica sui candidati da parte delle forze politiche, con un esplicito riferimento anche al trasformismo, alla capacità di portare un pacchetto di voti da una parte all’altra”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background