Montagna: in Trentino prima cabinovia D-Line e rifugi green  

Scritto da il 3 dicembre 2017

In Trentino prima cabinovia D-Line e rifugi green

Pubblicato il: 04/12/2017 15:02

Ad Alba di Canazei, in Val di Fassa, entrerà in funzione la prima cabinovia di nuova generazione D-Line, mentre a Madonna di Campiglio c’è il nuovo Chalet Fiat, mix di design e architettura ‘green’. Fra neve hi-tech e piste sempre più raggiungibili, sono molte le novità che attendono gli sciatori per la nuova stagione invernale che si apre in Trentino.

Dopo l’impianto Funifor Alba-Col dei Rossi, un altro gioiello tecnologico si aggiungerà, dalla prossima stagione, al parco impianti della Val di Fassa, tra i più moderni dell’arco alpino. Ad Alba di Canazei, infatti, entrerà in funzione la prima cabinovia italiana ‘Doppelmayr D-Line’, nuovo punto di riferimento nel mondo degli impianti a fune per comfort di viaggio, silenziosità e tecnologia grazie a 205 nuove soluzioni, 31 innovazioni e 14 nuovi brevetti. La D-Line, frutto di una progettazione completamente rinnovata di componenti e sistemi, rappresenta la tecnologia funiviaria del futuro e si caratterizza per massimo comfort per i passeggeri, livelli di rumorosità e vibrazioni estremamente bassi, manutenzione semplice e veloce.

Sostituirà la funivia Alba-Ciampac, entrata in servizio nel lontano 1975 con una portata di sole 750 persone all’ora, e non più in grado di soddisfare le esigenze degli sciatori dopo la realizzazione del collegamento funiviario Funifor con il carosello sciistico del Sellaronda. Grazie a una portata di 2.000 persone all’ora espandibili a 2.400, consentirà di raggiungere il Ciampac in soli 5 minuti, senza più attese e nel massimo comfort. In questo modo gli sciatori potranno concedersi un numero maggiore di discese sulla pista nera del Ciampàc, fiore all’occhiello della skiarea.

Sempre nella skiarea del Ciampàc, un intervento migliorativo riguarderà le seggiovie Sella Brunech e Roseal. Nella skiarea del Ciampedìe, invece, vengono rinnovate le due seggiovie Vajolet 1 e 2 per un collegamento più veloce da Pera di Fassa grazie a due impianti quadriposto con carena ad agganciamento automatico e salita consentita anche ai pedoni. A Folgarida-Marilleva, in Val di Sole, dal prossimo inverno, con la nuova seggiovia quadriposto ad agganciamento automatico Malghette dall’innovativo design (con copertura ‘bubble’ che ripara da vento e freddo), sarà possibile raggiungere con maggiore comodità e in tempi ridottissimi il Monte Vigo, punto panoramico a quota 2.179 metri, e apprezzare anche la rinnovata pista rossa Malghette, collegamento ‘sci ai piedi’ con il comprensorio di Madonna di Campiglio e Pinzolo.

A Madonna di Campiglio, gli sciatori troveranno tracciati più ampi sulle piste Diretta Spinale e Genziana bassa, mentre a Pinzolo è stata allargata la pista Cioca 2, realizzato un nuovo mini snowpark per principianti a Prà Rodont accanto al campo scuola e ridisegnato il tracciato del bordercross nella zona di Grual. Sul Monte Bondone, nello snowpark che ha ospitato le Universiadi invernali del 2013, gli appassionati troveranno importanti novità: un nuovo tracciato per il funpark/boardercross, nuovi terrazzamenti per accogliere le strutture, migliorie all’intera zona slopestyle. È stata inoltre realizzata una nuova variante ‘facile’ sul Lavamàn.

In Paganella la pista Rocca è stata ampliata, portandone la larghezza media a 40 metri, e le pendenze ‘addolcite’ per favorire il rientro a valle anche degli sciatori meno esperti. Da non perdere, sempre sulla Paganella, l’appuntamento con ‘Bomber Experience’, in programma dal 26 al 28 gennaio 2018: sulla pista Olimpionica 2 si potrà sfidare il campione Bode Miller in una breve gara di slalom gigante e tentare di battere il suo tempo.

Ampie vetrate, pietra dolomia e legno con uno spettacolare panorama sulle Dolomiti di Brenta: è il nuovo Chalet Spinale-Fiat, uno spazio di vita e di benessere concepito in un’ottica di sostenibilità e rispetto per l’ambiente, che si candida ad essere un esempio di architettura sostenibile in grado di rispondere, con alti standard qualitativi, alle funzioni, alle esigenze e ai numeri del modello turistico attuale. Forme, tagli e torsioni dei volumi sono ispirati alla geografia del luogo e rendono il nuovo edificio un elemento di connessione con la natura attorno. Progettato dagli architetti Giovanni Berti e Monica Fondriest di Artistudio, disporrà di 7 suite con un piccolo centro wellness dedicato e una sala lettura, oltre al ristorante à la carte, al bar e al self service.

Ma d’inverno la vacanza in Trentino comincia in aeroporto, grazie a un servizio di transfer che dall’8 dicembre fino al 2 aprile, nelle giornate di sabato e domenica, collega direttamente gli scali di Verona, Bergamo, Milano Linate, Venezia (con fermata a Treviso) alle più note località turistiche trentine. La novità del servizio per la prossima stagione è il collegamento da Milano Malpensa grazie alla collaborazione con Orio Shuttle. Da Verona, Bergamo Milano Malpensa e Linate, il transfer porta i turisti direttamente a Madonna di Campiglio e Pinzolo, Altopiano della Paganella, nelle Valli di Sole, Fassa, Fiemme e San Martino di Castrozza. Da Venezia verso le valli di Fiemme e Fassa e verso S. Martino di Castrozza. Per prenotare c’è il sito dedicato www.flyskishuttle.com.

Sempre in tema di collegamenti, anche il vettore stradale low-cost Flixbus consente di raggiungere le principali località sciistiche trentine partendo da Novara, Milano, Bergamo e Brescia. Da dicembre ad aprile con un collegamento quotidiano nel periodo natalizio (22 dicembre-7 gennaio) e una corsa dedicata il sabato e la domenica (dall’8 gennaio al 5 aprile) si potrà raggiungere Pinzolo, Madonna di Campiglio e Val di Sole – Passo Tonale.


Montagna: in Trentino prima cabinovia D-Line e rifugi green  

Scritto da il 3 dicembre 2017

In Trentino prima cabinovia D-Line e rifugi green

Pubblicato il: 04/12/2017 15:02

Ad Alba di Canazei, in Val di Fassa, entrerà in funzione la prima cabinovia di nuova generazione D-Line, mentre a Madonna di Campiglio c’è il nuovo Chalet Fiat, mix di design e architettura ‘green’. Fra neve hi-tech e piste sempre più raggiungibili, sono molte le novità che attendono gli sciatori per la nuova stagione invernale che si apre in Trentino.

Dopo l’impianto Funifor Alba-Col dei Rossi, un altro gioiello tecnologico si aggiungerà, dalla prossima stagione, al parco impianti della Val di Fassa, tra i più moderni dell’arco alpino. Ad Alba di Canazei, infatti, entrerà in funzione la prima cabinovia italiana ‘Doppelmayr D-Line’, nuovo punto di riferimento nel mondo degli impianti a fune per comfort di viaggio, silenziosità e tecnologia grazie a 205 nuove soluzioni, 31 innovazioni e 14 nuovi brevetti. La D-Line, frutto di una progettazione completamente rinnovata di componenti e sistemi, rappresenta la tecnologia funiviaria del futuro e si caratterizza per massimo comfort per i passeggeri, livelli di rumorosità e vibrazioni estremamente bassi, manutenzione semplice e veloce.

Sostituirà la funivia Alba-Ciampac, entrata in servizio nel lontano 1975 con una portata di sole 750 persone all’ora, e non più in grado di soddisfare le esigenze degli sciatori dopo la realizzazione del collegamento funiviario Funifor con il carosello sciistico del Sellaronda. Grazie a una portata di 2.000 persone all’ora espandibili a 2.400, consentirà di raggiungere il Ciampac in soli 5 minuti, senza più attese e nel massimo comfort. In questo modo gli sciatori potranno concedersi un numero maggiore di discese sulla pista nera del Ciampàc, fiore all’occhiello della skiarea.

Sempre nella skiarea del Ciampàc, un intervento migliorativo riguarderà le seggiovie Sella Brunech e Roseal. Nella skiarea del Ciampedìe, invece, vengono rinnovate le due seggiovie Vajolet 1 e 2 per un collegamento più veloce da Pera di Fassa grazie a due impianti quadriposto con carena ad agganciamento automatico e salita consentita anche ai pedoni. A Folgarida-Marilleva, in Val di Sole, dal prossimo inverno, con la nuova seggiovia quadriposto ad agganciamento automatico Malghette dall’innovativo design (con copertura ‘bubble’ che ripara da vento e freddo), sarà possibile raggiungere con maggiore comodità e in tempi ridottissimi il Monte Vigo, punto panoramico a quota 2.179 metri, e apprezzare anche la rinnovata pista rossa Malghette, collegamento ‘sci ai piedi’ con il comprensorio di Madonna di Campiglio e Pinzolo.

A Madonna di Campiglio, gli sciatori troveranno tracciati più ampi sulle piste Diretta Spinale e Genziana bassa, mentre a Pinzolo è stata allargata la pista Cioca 2, realizzato un nuovo mini snowpark per principianti a Prà Rodont accanto al campo scuola e ridisegnato il tracciato del bordercross nella zona di Grual. Sul Monte Bondone, nello snowpark che ha ospitato le Universiadi invernali del 2013, gli appassionati troveranno importanti novità: un nuovo tracciato per il funpark/boardercross, nuovi terrazzamenti per accogliere le strutture, migliorie all’intera zona slopestyle. È stata inoltre realizzata una nuova variante ‘facile’ sul Lavamàn.

In Paganella la pista Rocca è stata ampliata, portandone la larghezza media a 40 metri, e le pendenze ‘addolcite’ per favorire il rientro a valle anche degli sciatori meno esperti. Da non perdere, sempre sulla Paganella, l’appuntamento con ‘Bomber Experience’, in programma dal 26 al 28 gennaio 2018: sulla pista Olimpionica 2 si potrà sfidare il campione Bode Miller in una breve gara di slalom gigante e tentare di battere il suo tempo.

Ampie vetrate, pietra dolomia e legno con uno spettacolare panorama sulle Dolomiti di Brenta: è il nuovo Chalet Spinale-Fiat, uno spazio di vita e di benessere concepito in un’ottica di sostenibilità e rispetto per l’ambiente, che si candida ad essere un esempio di architettura sostenibile in grado di rispondere, con alti standard qualitativi, alle funzioni, alle esigenze e ai numeri del modello turistico attuale. Forme, tagli e torsioni dei volumi sono ispirati alla geografia del luogo e rendono il nuovo edificio un elemento di connessione con la natura attorno. Progettato dagli architetti Giovanni Berti e Monica Fondriest di Artistudio, disporrà di 7 suite con un piccolo centro wellness dedicato e una sala lettura, oltre al ristorante à la carte, al bar e al self service.

Ma d’inverno la vacanza in Trentino comincia in aeroporto, grazie a un servizio di transfer che dall’8 dicembre fino al 2 aprile, nelle giornate di sabato e domenica, collega direttamente gli scali di Verona, Bergamo, Milano Linate, Venezia (con fermata a Treviso) alle più note località turistiche trentine. La novità del servizio per la prossima stagione è il collegamento da Milano Malpensa grazie alla collaborazione con Orio Shuttle. Da Verona, Bergamo Milano Malpensa e Linate, il transfer porta i turisti direttamente a Madonna di Campiglio e Pinzolo, Altopiano della Paganella, nelle Valli di Sole, Fassa, Fiemme e San Martino di Castrozza. Da Venezia verso le valli di Fiemme e Fassa e verso S. Martino di Castrozza. Per prenotare c’è il sito dedicato www.flyskishuttle.com.

Sempre in tema di collegamenti, anche il vettore stradale low-cost Flixbus consente di raggiungere le principali località sciistiche trentine partendo da Novara, Milano, Bergamo e Brescia. Da dicembre ad aprile con un collegamento quotidiano nel periodo natalizio (22 dicembre-7 gennaio) e una corsa dedicata il sabato e la domenica (dall’8 gennaio al 5 aprile) si potrà raggiungere Pinzolo, Madonna di Campiglio e Val di Sole – Passo Tonale.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background