Gattuso: “Milan, reagisci dopo gli schiaffi”  

Scritto da il 8 dicembre 2017

Gattuso: Milan, reagisci dopo gli schiaffi

(Afp)

Pubblicato il: 09/12/2017 16:38

“Nel calcio ci stanno i momenti di difficoltà e gli episodi sfavorevoli: voglio vedere un Milan che non si abbatte al primo schiaffo ma che reagisce con veemenza e forza”. E’ quello che vuole dai suoi il tecnico rossonero, Rino Gattuso, alla vigilia del match casalingo contro il Bologna che arriva dopo il pari di Benevento e la sconfitta in Europa League contro il Rijeka.

“Il Bologna è una squadra difficile da affrontare, dovremo stare molto attenti in campo aperto -prosegue il mister in conferenza stampa da Milanello-. Non sono a caso i punti in trasferta che hanno fatto, poi c’è Palacio che sta molto bene, e Verdi. Sarà una partita molto difficile, dai miei mi aspetto rabbia e voglia, sappiamo l’importanza di questa partita”.

“Dobbiamo riuscire a metterci una pezza e nascondere le nostre problematiche stringendo i denti e coprendo bene il campo, abbiamo la consapevolezza che possiamo solo migliorare -ribadisce Gattuso-. La cosa più importante, magari con un po’ di fortuna, è trovare delle vittorie che ci facciano star bene facendoci lavorare con più tranquillità. Dobbiamo lavorare tanto ma è fondamentale portare qualche vittoria a casa”.

Sul cambio di modulo e il ritorno a una difesa a 4, Gattuso chiarisce: “Tante volte stiamo in tre difensori contro un attaccante, questo non possiamo permettercelo. Secondo me questa squadra può giocare con la difesa a tre ma deve giocare in modo organizzato, altrimenti diventa una difesa a cinque”.

“I laterali devono uscire con veemenza, invece abbiamo fatto fatica. Difesa a tre o 4-3-3, avrei usato questi moduli. Per quanto riguarda la società parlo tutti i giorni con Mirabelli e Fassone, c’è un confronto a 360 gradi, stasera arriverà Han Li. Sento una società vicina nei miei confronti, c’è un grandissimo rapporto, la sento molto presente”.

E sul ritorno a San Siro da allenatore della prima squadra Gattuso spiega che le sue emozioni passano in secondo grado rispetto alle necessità del Milan. “L’emozione più grande è riuscire a vincere questa partita per me fondamentale. Mi sono concentrato sulla partita, sono consapevole che il Bologna ci può mettere in grandissima difficoltà. Domani abbiamo bisogno del pubblico perché sappiamo quanto può dare l’ambiente”.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background