Allerta meteo, rischio gelicidio  

Scritto da il 9 dicembre 2017

Allerta meteo, rischio gelicidio

Pubblicato il: 10/12/2017 10:07

Temporali, nubifragi, freddo. Tanto freddo. E ancora: neve, vento e mareggiate. Italia sotto scacco del maltempo, con allerta dal giallo all’arancione in diverse regioni, dal Nord alle isole. Già da oggi una nuova perturbazione atlantica, con contributo di aria fredda continentale, farà infatti il suo ingresso sulle regioni nord-occidentali del nostro Paese, dove non si esclude il gelicidio (la precipitazione di pioggia gelata, con conseguente pericolo per la circolazione stradale). Il maltempo si estenderà poi su tutte le regioni del Nord e su parte del Centro, dando luogo a precipitazioni localmente intense, anche nevose fino a bassa quota sul settentrione, con progressivo rinforzo della ventilazione fino alle regioni del centro.

Il Dipartimento della Protezione civile, d’intesa con le Regioni coinvolte, ha emesso un nuovo avviso che prevede nevicate al di sopra dei 200-400 metri e con sconfinamenti fino a quote di pianura, su Valle d’Aosta, in estensione a Lombardia, Veneto, province autonome di Trento e Bolzano, con apporti al suolo da deboli a moderati, localmente abbondanti sui settori alpini e prealpini e con quota neve in graduale rialzo a partire dalla serata di domani, specie sulle regioni centro-orientali. Previste, inoltre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Emilia-Romagna e Toscana, accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Attesi, dal pomeriggio, venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con rinforzi fino a burrasca forte su Liguria, Toscana, Emilia-Romagna e Marche, in estensione a Veneto, Umbria e Lazio, con possibili mareggiate sulle coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta arancione per rischio idrogeologico localizzato sui bacini di levante in Liguria, sulla Toscana nord-occidentale e in Emilia-Romagna su tutti i bacini emiliani e sulla pianura e bassa collina emiliana occidentale. L’allerta gialla sarà su restanti settori dell’Emilia-Romagna, su parte della Toscana appenninica centrale e sulla Calabria tirrenica centro-settentrionale.

Per gli esperti del sito ilmeteo.it ci sarà “rischio alto di nubifragi“. Liguria centrale e occidentale, Alpi e Prealpi di Lombardia, Triveneto e basso Piemonte saranno le zone che domani potranno ricevere ingenti quantitativi di pioggia, con rischio di nubifragi o situazioni di alluvioni lampo. La neve cadrà abbondante sulle Alpi lombarde e venete e sopra i 1200/1500 metri, con accumuli fino a 1 metro o localmente anche più. Attesi anche venti fortissimi di Libeccio e Ostro, con raffiche fino a 100/110 km/h, mar Tirreno, Ligure, medio e alto Adriatico agitati, conseguenti forti mareggiate lungo le coste.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background