Alabama, schiaffo a Trump  

Scritto da il 12 dicembre 2017

L'Alabama dice no a Trump

Un supporter repubblicano del candidato Roy Moore in Alabama (AFP PHOTO)

Pubblicato il: 13/12/2017 07:32

Le elezioni suppletive per il seggio del Senato in Alabamalasciato vacante da Jeff Sessions sono state vinte dal Democratico Doug Jones.

Una sconfitta non riconosciuta dal contestato candidato Repubblicano, Roy Moore, per il quale il margine di vantaggio – 49,6 contro 48,7% secondo dati postati dal segretario di Stato, John Merrill – è troppo ristretto.

“Quando il margine è così ristretto, il voto non è concluso”, ha dichiarato Moore, che ha assicurato ai suoi elettori che i dati stavano ancora arrivando, inclusi quelli per corrispondenza dei militari. Merrill però lo ha corretto precisando che quei voti sono stati i primi ad essere conteggiati.

Lo stesso segretario di Stato ha poi però concesso a Moore che, in base ad una legge dell’Alabama, se il margine di vantaggio è uguale o minore allo 0,5% il riconteggio è obbligatorio. Merrill si è anche detto convinto, parlando con la Cnn, che il risultato anticipato dalle proiezioni verrà confermato.

TRUMP – “Congratulazioni a Doug Jones per questa vittoria molto combattuta. I voti per corrispondenza hanno giocato un ruolo molto importante, ma una vittoria è una vittoria. Il popolo dell’Alabama è grande e i repubblicani avranno un’altra possibilità” ha twittato il presidente Trump.

Congratulations to Doug Jones on a hard fought victory. The write-in votes played a very big factor, but a win is a win. The people of Alabama are great, and the Republicans will have another shot at this seat in a very short period of time. It never ends!

— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 13 dicembre 2017


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background