Borse europee deboli, male Ferragamo: -8,55  

Scritto da il 14 dicembre 2017

Borse europee deboli, male Ferragamo: -8,55

Pubblicato il: 15/12/2017 10:35

Avvio negativo per le piazze finanziarie europee all’indomani della decisione della Banca centrale europea di mantenere inalterati i tassi di interesse e di assicurare la continuità del Qe che da gennaio a settembre 2018 viaggerà al ritmo di 30 miliardi di euro di titoli acquistati e che procederà anche oltre “se necessario”. Il governatore Mario Draghi ha espresso “grande fiducia” che l’inflazione converga verso “l’obiettivo” ma, ha detto, “deve dare ancora dare segni decisi di ripresa”.

In questo scenario, le Borse del Vecchio Continente aprono deboli, dopo una chiusura negativa di Tokyo (l’indice Nikkei 225 ha terminato le contrattazioni in calo dello 0,62% a 22.553,22 punti) e Wall Street che ieri ha terminato la giornata in rosso (Dow 30 -0,31% a 24.508 punti, S&P 500 -0,41% a 2.652 punti e il Nasdaq -0,28% a 6.856). Milano cede lo 0,23%, Francoforte lo 0,29%, Parigi segna -0,18% e Londra -0,1%.

Tra i titoli a maggiore capitalizzazione, vendite su Salvatore Ferragamo, che in apertura di scambi non riesce a fare prezzo, per poi entrare in contrattazione e cedere, alle 9.35, l’8,55% a 20,46 euro. A pesare è il warning lanciato ieri sera: la casa di moda fiorentina ha dichiarato di non essere in grado di confermare le stime per il 2018 comunicate al mercato lo scorso 3 febbraio “in quanto più difficilmente perseguibili”. Al ribasso anche gli altri titoli del lusso con Ynap che perde l’1,33%, Moncler -0,54%, Luxottica -0,39%, Tod’s -1,09%.Misto il comparto petrolifero con Eni che cresce dello 0,29%, Saipem +0,18%, mentre Tenaris cede lo 0,7%. In calo le banche ad eccezione di Bper che guadagna l’1,01%.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background