Fisco: Santomauro, evitare violazioni sistematiche statuto contribuente  

Scritto da il 14 dicembre 2017

Fisco, Santomauro: Evitare violazioni sistematiche statuto contribuente

Pubblicato il: 15/12/2017 14:46

“I commercialisti e gli esperti contabili, dopo gli appelli a Governo e Parlamento per la sistematica violazione dello statuto del contribuente e la mancata volontà di attuare concrete semplificazioni fiscali, di cui se ne gioverebbe sia lo Stato in quanto ente che incassa quanto i cittadini e le imprese, hanno acquisito la consapevolezza che occorre aprirsi verso nuove ‘strade’ per l’implementazione dell’attività professionale attraverso nuove soluzioni condivise con la categoria per rispondere alle esigenze del mercato”. Lo ha detto Fedele Santomauro, Consigliere d’Amministrazione della Cassa nazionale di previdenza dei ragionieri e numero uno di Unagraco Trani, al forum “Oltre la contabilità: evoluzione professionale del commercialista” che si è svolto presso l’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Trani.

“A questo – continua Santomauro – bisogna aggiungere provvedimenti inutilmente complessi come lo spesometro, che secondo il Consiglio Nazionale ha portato a perdite di 113 milioni di euro per i commercialisti, oltre ad una serie di difficoltà operative, tra adeguamento dei software e dei processi organizzativi, imprevisti tecnici e notevoli complessità operative”.

Secondo Lello Di Gioia, presidente della Commissione parlamentare di controllo sull’attività degli enti previdenziali, “la politica deve operare per una sostanziale crescita delle attività dei liberi professionisti. Di conseguenza, nel momento in cui il Fisco o l’Agenzia delle Entrate dovessero mettersi in condizione di determinare un minor gettito per i commercialisti, bisognerebbe ipotizzare nuove forme di ricollocamento”.

“L’Unagraco è attenta alle necessità dei colleghi presenti su tutto il territorio italiano, per contribuire ad individuare soluzioni efficaci per guardare con maggiore serenità al futuro dell’attività anche attraverso nuovi percorsi con la capacità di fare rete e di ottimizzare i costi. Quindi, ben vengano – ha sottolineato Giuseppe Diretto, presidente dell’Unione nazionale dei commercialisti e degli esperti contabili – le ‘specializzazioni’, da intendersi come ulteriori, ma non uniche, opportunità dei colleghi, destinate all’implementazione delle attività degli studi professionali, ma sempre e, soprattutto, sempre se attuate con meccanismi che salvaguardino principalmente tutti coloro che si affacciano alla professione di commercialista ed esperto contabile e gli studi meno strutturati”.

A fargli eco il presidente della Cassa Ragionieri Luigi Pagliuca: “La specializzazione è fondamentale e in quest’ottica le opportunità che offre la nuova figura dell’esperto contabile rappresentano un’occasione indiscutibile soprattutto per i più giovani. Non a caso, secondo il recentissimo rapporto dell’Agenzia nazionale del sistema universitario, quella dell’esperto contabile è la professione che più cresce negli ultimi anni. Proprio per questo, Cnpr punta con forza su questa figura, trattandosi di un professionista che è in grado di assistere a tutti gli effetti l’imprenditore, ma che ha il vantaggio di accedere alla professione due anni prima rispetto al commercialista”. Per questo motivo, la Cassa Ragionieri ha varato un percorso professionalizzante con appositi protocolli di intesa per gli studenti.

Alla manifestazione sono intervenuti anche Antonio Soldani, presidente Odcec Trani; Rosanna Angarano, giudice delegato sezione Fallimentare Tribunale di Bari; Vittorio Tarsia, commissione Procedure concorsuali Ordine Avvocati Bari; Tonio Albrizio, vicepresidente Odcec Trani; Vincenzo Ficarella, presidente Commissione Processo Tributario Odcec Bari; Sebastiano Gadaleta, commercialista Odcec Trani; Vito Sarcino, commercialista Odcec Bari; Giuseppe Scelsi, commercialista Odcec Bari.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background