“Sono caduta faccia a terra, poi il buio”, il racconto di Nadia  

Scritto da il 16 dicembre 2017

Sono caduta faccia a terra, poi il buio, il racconto di Nadia

Nadia Toffa (Foto da Facebook)

Pubblicato il: 17/12/2017 11:08

Una strana sensazione, la tentazione di sdraiarsi un attimo sul letto, l’improvvisa caduta faccia a terra nella hall di un albergo. Poi più niente, il buio. A due settimane dal malore, in seguito al quale è stata ricoverata d’urgenza in ospedale, Nadia Toffa, in un’intervista esclusiva che andrà in onda stasera a ‘Le Iene Show’, racconta la drammatica esperienza vissuta mentre si trovava a Trieste per un servizio.

Nadia stava per prendere un treno che l’avrebbe riportata a Milano quando si è sentita male. “Mi sentivo un po’ strana“, ricorda. “Avevo chiuso la valigia, messo il cappotto e prima di scendere ho detto: ‘Sai che quasi quasi mi sdraio un attimo?‘”. Poi invece ha deciso di scendere nella hall dell’hotel. A un certo punto, racconta, “sono caduta di faccia“.

Da lì ricordi si fanno confusi. Nadia dice di aver sentito l’ambulanza ma di aver capito solo poco dopo che era per lei. Poi è arrivato il buio. Nel racconto c’è un buco temporale fino all’incontro con un autore storico delle ‘Iene:’ “A un certo punto ho visto Max ma erano passate ormai cinque ore, ho avuto un black-out“. “Ero lucida – ricorda -, ma non mi sono resa conto di ciò che stava accadendo, della gravità. Nessuno sapeva cosa avessi”.

Quindi c’è stato il trasferimento a Milano. “Quando poi sono arrivata al San Raffaele c’era un sacco di gente, io dicevo: ‘Ma cosa ci fate qua?”, prosegue. “In ospedale, mi hanno ribaltato come un calzino. Stare in ospedale – sottolinea – ti riporta un po’ al succo delle cose”. E racconta di essersi “molto commossa” per l’affetto ricevuto dalla gente. “Un’altra cosa che mi ha stupita – aggiunge – sono i messaggi ricevuti da parte di politici con cui ho un rapporto ‘conflittuale'”.

A due settimane di distanza dal malore che l’ha colpita Nadia la prende con filosofia. “Adesso ci rido però – aggiunge – ci sono tante persone che si sono preoccupate e me ne rendo conto. Io prendo molto la vita con ironia, se le cose devono succedere è perché devono accadere, e ogni cosa – conclude – ti insegna qualcosa”.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background