Giulia Innocenzi: “I voti no-vax? A destra e Salvini”  

Scritto da il 17 dicembre 2017

Giulia Innocenzi: I voti no-vax? A destra e Salvini

Giulia Innocenzi (AdnKronos)

Pubblicato il: 18/12/2017 14:00

Ancora prima di arrivare in libreria ‘VacciNazione’ (Edito da Baldini&Castoldi), il nuovo libro di Giulia Innocenzi, ha fatto discutere e polemizzare scienziati e politici. Con annunci di querele e interrogazioni parlamentari. Ora che è in vendita il fuoco delle polemiche non si abbassa. Il sottotitolo del volume recita: “Oltre ignoranza e pregiudizi, tutto quello che davvero non sappiamo sui vaccini in Italia”. Giulia Innocenzi è stata ospite di Adnkronos Live per presentare la sua ultima fatica. “Dare spazio a persone contrarie all’obbligo vaccinale non è dare spazio a chi è contro i vaccini – chiarisce la direttrice di ‘Giornalettismo’ – Il tema dell’obbligatorietà è molto discusso. Può essere uno degli strumenti per aumentare la copertura vaccinale ma non il solo. Se viene da un Governo ‘sfiduciato’ è uno strumento coercitivo e può allontanare le persone dai vaccini”.

Siamo in campagna elettorale a chi andranno i voti del popolo no-vax e free-vax? “Sono stata nelle piazze dei no-vax e dei free-vax – risponde Innocenzi – e dopo il passo indietro del M5S rispetto al tema dei vaccini, ho assistito a degli scontri tra i parlamentari grillini e queste persone. I referenti del M5S sono stati accusati di aver fatto un passo indietro. Oggi sui no-vax hanno più presa la Lega, che ha avuto una posizione durissima sulla questione dell’obbligo, la destra e i Forconi del generale Pappalardo”.

Il dottor Roberto Burioni è stato uno degli scienziati che si è scagliato contro il libro e le presunte inesattezze che – secondo il medico – contiene. “Non l’ho querelato – spiega la giornalista – il diritto di critica ci sta. Burioni ha attribuito a me l’errore di Walter Ricciardi (presidente dell’Istituto superiore di sanità n.d.r) presentato in Commissione Europea. Io ho pubblicato le dichiarazione di Ricciardi sui suoi conflitti di interesse che lui ha dovuto presentare per assumere un incarico di esperto. Burioni mi ha attaccato immediatamente dicendo che io non sapevo riconoscere tra vaccini e farmaci perché io avevo riportato pedissequamente la lista di Ricciardi dove c’erano le sue consulenze alle aziende farmaceutiche dal 2007 al 2012 con i nomi dei prodotti segnati come vaccini, ma alcuni non lo erano. Burioni anziché criticare Ricciardi di aver fatto l’errore ha usato questa cosa per attaccarmi”.

‘Fake news’ sui social e l’aumento delle opinioni anti-vaccini. “Il tema dei vaccini è inondato da ‘fake news’ e bufale – osserva Innocenzi – da lavori scientifici che non lo sono. I dati vanno dati con serietà anche dalle istituzioni, non ci devono essere ombre sulla veridicità. Io sono andate nelle piazze per rispondere alle paure dei free-vax e ho intervistato molti scienziati”. Alla domanda se vaccinerebbe i suoi figli? “Si, certo – risponde la giornalista – forse quello sulla varicella non lo farei, tutte le altre obbligatorie sì”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background