Berlusconi: “Vedere il Milan è un dolore”  

Scritto da il 19 dicembre 2017

Berlusconi: Vedere il Milan è un dolore

(Afp)

Pubblicato il: 20/12/2017 15:39

“Vedendo i rossoneri giocare in un certo modo sento un forte dolore, a volte non riesco a vedere una partita fino alla fine. Non sono d’accordo su certi giocatori arrivati ma soprattutto sul modulo. Dobbiamo tornare al modulo che ci ha portato a vincere tanto in passato: servono le due punte, una delle quali sia Suso, con Bonaventura trequartista che possa anche arrivare al tiro”. E’ il consiglio dell’ex presidente del Milan Silvio Berlusconi a Rino Gattuso, nuovo allenatore dei rossoneri.

“Ora vedo che i nostri due fuoriclasse, Suso e Bonaventura, il terzo fuoriclasse naturalmente è Donnarumma, che sono stati esiliati a fare le ali -aggiunge Berlusconi ai microfoni di Premium Sport-. E in quella posizione scartano un uomo, poi un secondo e un terzo e poi si trovano lontani dalla porta e dall’area di rigore. A quel punto possono fare solo un cross. Io ho fatto esaminare da un amico tutte le partite della scorsa stagione e non c’è stato un solo cross che sia stato utilizzato positivamente dall’unica punta che era in area. Spesso, in questo modo, non facevamo un tiro in porta in un intero tempo”.

Con due punte e il trequartista, importante il lavoro dei terzini: “Sono loro i nostri esterni, come insegnava Sacchi -prosegue l’ex numero uno rossonero-. Ho parlato con lui, Ancelotti e Capello e tutti concordano con questa disamina: possibile che gli allenatori invece non lo capiscano? A Rino faccio un grosso in bocca al lupo e mi auguro che questa volta questo consiglio venga preso in considerazione, è così che sono diventato il presidente più vincente della storia”. Infine, su un possibile ritorno di Kakà in dirigenza: “Mi piacerebbe, come mi piacerebbero tante cose perché soffro il fatto che certi giocatori non siano più al Milan e che i giocatori che sono subentrati non siano all’altezza dei giocatori che se ne sono andati altrove”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background