Dimenticato Imu e Tasi? Ecco le sanzioni  

Scritto da il 19 dicembre 2017

Dimenticato Imu e Tasi? Ecco le sanzioni

(FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 20/12/2017 14:20

Non avete effettuato il versamento del saldo Imu e Tasi entro il 18 dicembre? E’ ancora possibile farlo ma, naturalmente, alla somma andranno aggiunte le sanzioni previste in base al numero di giorni di ritardo rispetto alla scadenza.

FINO A 14 GIORNI – Se si procede con il ‘Ravvedimento spontaneo’ per i ritardi fino a 14 giorni (il cosiddetto ‘Ravvedimento sprint’) si applica una sanzione giornaliera dello 0,1%.

14 GIORNI – La misura varia poi fino all’1,4% per 14 giorni di ritardo.

DA 15 GIORNI A 30 – Per i ritardi da 15 a 30 giorni, si applica la sanzione dell’1,5% fisso.

FINO A 90 GIORNI – Mentre, per i ritardi da 31 a 90 giorni, la sanzione è dell’1,67%.

ENTRO UN ANNO – Ulteriore alternativa: i contribuenti possono avvalersi del ‘Ravvedimento lungo’, entro un anno, con una sanzione del 3,75%.

“Oltre alle somme dovute e alle mini-sanzioni – ricorda ‘Riscotel’ (portale informativo per i tributi dovuti agli Enti Locali) – ci sono anche gli interessi legali, fissati nella misura dello 0,1% annuo, applicabile dal giorno successivo alla scadenza del pagamento fino al giorno in cui si paga con il ravvedimento”.

“Anche per sanare i versamenti carenti, il contribuente può avvalersi del ravvedimento, pagando la sanzione solo sulla parte di versamento non effettuata” si legge.

Senza ravvedimento, infine, “per i pagamenti eseguiti entro 90 giorni, gli uffici delle Entrate e degli Enti Locali dovranno applicare la sanzione dell’1% giornaliero, per ritardi fino a 14 giorni, e del 15% fisso per ritardi da 15 a 90 giorni. Resta ferma la sanzione del 30% fisso per ritardi superiori ai 90 giorni”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background