Stop labbra e seno oversize, i trend del 2018  

Scritto da il 19 dicembre 2017

Stop labbra e seno oversize, i trend del 2018

Una giovane donna

Pubblicato il: 20/12/2017 12:31

Addio volti dalle sembianze feline, labbra a canotto e seni esplosivi. L‘ossessione del bisturi nel 2018 cederà il passo a ritocchini più soft. La nuova tendenza per l’anno alle porte sarà un ritorno al ‘natural look’, con piccole correzioni, meno invasive e vistose, per una bellezza acqua e sapone. A rivelarlo all’AdnKronos Salute è Giulio Basoccu, chirurgo plastico, responsabile della Divisione di Chirurgia plastica estetica e ricostruttiva presso l’Istituto neurotraumatologico italiano di Grottaferrata (Ini). “E’ aumentato il ricorso al ritocco, ma non più in modo esagerato – spiega l’esperto – La cultura dell’estetica sta cambiando e i ritocchi vistosi hanno perso forza. La nuova tendenza per chi si rivolge alla medicina o alla chirurgia estetica è essere naturali”.

“In tema di medicina estetica si va verso la cultura del mantenimento, quindi tutti i trattamenti meno evidenti, meno visibili, meno percepibili all’esterno – sottolinea Basoccu – Si preferisce ad esempio la biorivitalizzazione, per mantenere l’elasticità della pelle del viso e favorire il ringiovanimento, ma senza modificare i tratti. Chi sceglie di sottoporsi a un intervento chirurgico, infatti, non chiede più un cambiamento radicale, come labbra e zigomi enormi. La rinoplastica rispetterà il naso di partenza del paziente, la chirurgia del seno sarà più proporzionata”.

Fra i trattamenti più richiesti ci saranno quindi biorivitalizzazione e bioristrutturazione, ma anche interventi sul lato B, per glutei alti e rotondi, sempre senza esagerare. “La biorivitalizzazione è in assoluto il trattamento più innovativo – racconta il chirurgo dell’Ini – Si effettuano delle microiniezioni nelle zone interessate con sostanze biocompatibili e totalmente riassorbibili, che favoriscono un riequilibrio della normale condizione fisiologica del derma e una riattivazione vitale della cute. La pelle si rassoda, diventa più luminosa, idratata e ringiovanita. La bioristrutturazione mira, invece, a ripristinare la normale compattezza dei tessuti del viso, ricostruendo i volumi e le proporzioni stimolando la produzione di collagene ed elastina”.

“L’attenzione al lato B da Stati Uniti e Sud America sta arrivando anche in Italia, ma – assicura l’esperto – in maniera più misurata. Da noi abbiamo una cultura estetica diversa e, anche se si prevede un boom di richieste, l’intervento può essere fatto con molta naturalezza. Parliamo di persone che hanno il sedere piatto o che a seguito di seri dimagrimenti hanno uno svuotamento importante, non di impianti oversize”. Per Basoccu “sarà in forte aumento anche la richiesta da parte degli uomini, in particolare per trattamenti su labbra e zigomi, zone prima di elezione prettamente femminile”.

Ma sul fronte della medicina e della chirurgia estetica, sono tante le novità in arrivo per il 2018: “Stanno presentando delle protesi mammarie evolute con caratteristiche moderne, più leggere e con una lunga durata – spiega lo specialista – Sono in arrivo poi delle nuove piccole protesi in silicone per l’aumento del volume delle labbra in modo definitivo, che danno un risultato molto bello e naturale, e ancora dei nuovi filler che per creare volume agiscono direttamente sul tessuto. Inoltre – conclude – assisteremo a una forte evoluzione della radiofrequenza e dei laser per l’epilazione, sempre più sofisticati e precisi”.

D’accordo sul look acqua e sapone anche Erminio Mastroluca, chirurgo plastico che lavora a Milano e Roma: cancellare la stanchezza e avere un aspetto il più possibile naturale è fra i trend del 2018, insieme a zero tatuaggi e peli superflui. “I miei pazienti, uomini e donne, mi chiedono soprattutto soluzioni e trattamenti su misura, cioè formule studiate ad personam, in base a caratteristiche fisiche, stili di vita, esigenze personali. L’anno appena trascorso ha visto una vera impennata delle richieste volte a migliorare la skin quality”, spiega.

Fra i primi obiettivi della medicina estetica per il 2018, assicura, c’è il ringiovanimento completo del volto: “Si può intervenire con tossina botulinica sulla fronte e ai lati degli occhi, con un filler nella parte centrale del volto e ristabilire i volumi persi con l’invecchiamento nella parte media e inferiore del viso. Non da ultimo la risoluzione del doppio mento con acido desossicolico”. Il medico estetico deve valutare ed eventualmente migliorare la qualità della pelle della paziente grazie all’ausilio di una corretta biostimolazione che spesso dovrà essere accompagnata da un trattamento di resurfacing con laser CO2. Il target sono donne e uomini dai 30 anni in poi. Mentre fra i trattamenti femminili di maggior tendenza, spiega Mastroluca, ritroviamo la definizione degli zigomi con acido ialuronico, “per ottenere un top model look”.

E contro le rughe? “Fra i metodi più innovativi per eliminarle – spiega Mastroluca – c’è l’uso simultaneo della potenza della radiofrequenza bipolare e luce infrarossa che stimolano la produzione di collagene, la proteina responsabile del mantenimento di una pelle sana e giovane. Lo stesso metodo è indicato anche contro cicatrici da acne e smagliature”. Le macchie dovute al sole o all’età, precisa ancora l’esperto, “si eliminano con il Laser PicoWay, un sistema a picosecondi ideale per tutti i tipi di pelle. I costi si aggirano sui 150 euro circa a seduta”. Un dispositivo che rimuove anche i tatuaggi. “Per il prossimo anno una delle tendenze più gettonate è il nude look, la pelle senza alcun segno – spiega Mastroluca – Il laser a picosecondi a tre diverse lunghezze d’onda è efficace nella rimozione dei colori più complessi, non lascia nessuna cicatrice o segno visibile e richiede un numero ridotto di sedute: da 4 a 6, il costo di ognuna va dai 200 ai 600 euro, a seconda dell’estensione del tatuaggio”.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background