Metro D, maxi-richiesta danni al Comune di Roma  

Scritto da il 20 dicembre 2017

Metro D, maxi-richiesta danni al Comune di Roma

(Fotogramma)

Pubblicato il: 21/12/2017 17:33

La società RTI Condotte diffida il Comune di Roma per non aver dato corso ad alcun provvedimento, mantenendo una situazione di stallo, sulla metro D. Lo fa con una lettera, che l’Adnkronos ha potuto visionare, indirizzata a Roma Capitale e a Roma Metropolitane Srl, dello studio legale di RTI Condotte (Società Italiana di Condotte d’Acqua Spa mandataria del raggruppamento temporaneo di imprese con Impresa Pizzarotti & C. S.p.A. e RATP Development S.A).

“Permanendo una situazione di stallo non superiore a 15 giorni – si legge nella diffida – non potremo che ritenere revocato il complessivo procedimento e richiedere il dovuto indennizzo, oltre al maggior ristoro dei costi sostenuti e dei danni subiti“.

Il riferimento “è innanzitutto alle spese di predisposizione della proposta approvata con delibera G.C. n. 110/07, oltre rivalutazione, il cui ammontare, pari a euro 15.000.000 (da attualizzare alla data odierna), è stato già riconosciuto dal R.U.P. di codesta Stazione Appaltante e comunicato al Cda di Roma Metropolitane srl; a tanto devono aggiungersi i danni connessi alle spese sostenute per le garanzie fideiussorie, per la predisposizione del progetto preliminare integrato e per aver mantenuto un’organizzazione aziendale pronta alla finalizzazione dell’affidamento, danni ed oneri che possono prudenzialmente e in logica meramente conciliativa quantificarsi in ulteriori euro 14.000.000, per il resto del dovuto”.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background