Allegri: “Juve-Roma sarà grande sfida equilibrata”  

Scritto da il 21 dicembre 2017

Allegri: Juve-Roma sarà grande sfida equilibrata

(Afp)

Pubblicato il: 22/12/2017 15:23

“La Roma è una squadra che ha preso solo 10 gol di cui 3 in trasferta, e uno su rigore. E’ una squadra che in trasferta non è ancora andata un minuto sotto, numeri che dicono quanta qualità abbia”. L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, mette in guardia i suoi alla vigilia del big match dell’Allianz Stadium contro i giallorossi.

“Non è una questione di temere la Roma ma di valore della squadra, negli ultimi anni è sempre stata la squadra antagonista della Juventus assieme al Napoli -prosegue il tecnico livornese nella conferenza stampa della vigilia a Vinovo-. Come organico hanno giocatori di spessore internazionale. Sono una squadra molto fisica che ha tecnica e gioca molto sulle ripartenze. E’ tra le favorite per lo scudetto e secondo me lo è più delle altre”.

“Le grandi sfide sono sempre equilibrate, lo è stato col Napoli, con l’Inter, e così sarà con la Roma. Dobbiamo prepararci al meglio perché abbiamo grande rispetto dei giallorossi”, precisa il mister bianconero.

A più di 24 ore dal big match della 18esima giornata, Allegri non ha ancora deciso quale sarà l’11 titolare. “Sei decimi della squadra l’ho già in testa. Barzagli o Lichtsteiner? Devo ancora decidere. Gli acciaccati sono Buffon e De Sciglio, Mandzukic e Cuadrado li valuterò oggi, potrebbero essere a disposizione”.

E su un possibile utilizzo di Dybala dal primo minuto aggiunge. “Devo decidere, mercoledì è tornato al gol: sono contento, come tutti perché è un patrimonio della società e del calcio mondiale -sottolinea l’allenatore della Juventus-. Nel 2017 è il giocatore che ha giocato più di tutti con 38 partite, se una volta è stato in panchina non succede niente, è successo a tanti campioni che sono passati alla Juve”.

Su cosa cambia negli equilibri della squadra con la presenza o meno di Mandzukic, Allegri precisa. “Cambiano le caratteristiche, lui ti dà fisicità, tecnica e sfogo davanti, senza di lui ci saranno altre caratteristiche. Devo mettere assieme giocatori che si sposano bene per caratteristiche”.

Infine su Bernardeschi protagonista contro il Genoa in Coppa Italia. “E’ cresciuto molto ed è sempre stato decisivo quando ha giocato. Col Genoa ha fatto una partita importante, ha qualità fisiche e tecniche importanti e sta crescendo”.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background