Juve-Roma, amici mai  

Scritto da il 22 dicembre 2017

Juve-Roma, amici mai

(Afp)

Pubblicato il: 23/12/2017 07:06

Juve-Roma, oltre 35 anni di rivalità. Nata un giorno di maggio, il 10, di tanti anni fa: il 1981. Data fatidica. E fatale, per molti. Quella, per capirci, del gol annullato a Turone. Una storia che anche non romanisti e non juventini conoscono. La sfida nel vecchio Comunale è un match scudetto, con i bianconeri avanti di un punto (39 a 38): in campo Falcao, Di Bartolomei, Conti e anche il difensore Maurizio Turone che segna di testa dopo una torre di Pruzzo ma il gol viene annullato per fuorigioco. Il presidente della Roma Dino Viola parlerà di “millimetri che hanno fatto la storia”. La partita infatti finisce 0-0 e lo scudetto del 1982 va alla Juventus, arrivata prima con due punti sulla Roma (44 a 42). E così, dal quel giorno, la sfida tra bianconeri e giallorossi non è stata più solo un match: dal gol di Turone a oggi, infatti, le polemiche e i veleni non sono mancati.

1994 – Per la 16esima di campionato, il 15 gennaio 1995 si sfidano la Roma di Carlo Mazzone e la Juve del nuovo allenatore, Marcello Lippi. Fa molto freddo e il brasiliano Aldair ha i guanti: batte una rimessa laterale e, urtando il guardalinee alle sue spalle, la palla scivola arrivando sui piedi di Ravanelli che con un pallonetto supera Cervone per l’1-0. Proteste dei giallorossi, la Juve domina e ne fa altri due.

2004 – L’8 febbraio 2004 i bianconeri, seconda gestione Lippi, arriva all’Olimpico ancora in corsa per lo scudetto nonostante una delle più brutte annate dal punto di vista del gioco. La Roma di Totti e Cassano si impone per 4 a 0. E il capitano mima un gesto ‘4-0 e tutti a casa’ che è come benzina sul fuoco della rivalità calcistica. Poi ci sarà calciopoli e il Mondiale 2006, vinto anche grazie a Totti e a Del Piero: due campioni che hanno segnato questa sfida infinita, che oggi guarderanno fuori dal campo.

2012 – Una delle vittorie che i tifosi juventini ricordano con più gusto, probabilmente: 29 settembre 2012. Si gioca contro un nemico storico, Zdenek Zeman. Tra l’11esimo e 19esimo del primo tempo gli juventini vanno a segno tre volte (Pirlo, Vidal su rigore e Matri) e colpiscono due traverse. Nella ripresa Osvaldo riduce le distanze su rigore, poi Giovinco fissa il punteggio.

2014 – Due anni dopo, 5 ottobre 2014, scoppiano le polemiche dopo il 3-2 della Juventus contro la Roma di Garcia, ricordato per la sua celebre ‘sviolinata’. La furia giallorossa viene scatenata dall’arbitraggio di Rocchi: due rigori concessi alla Juve e uno alla Roma e gol vittoria di Bonucci all’ultimo.

1930 – Tornando indietro nel tempo, invece, ben oltre i 35 anni dal gol di Turone, in pieno ventennio, l’allora campionato nazionale di calcio offre la sfida Juventus-Roma il 26 ottobre 1930. Giallorossi subito in vantaggio con Fasanelli ma vengono raggiunti da Munerati. Finirà 3 a 2 per i bianconeri. L’anno dopo sarà però già rivincita con un fragoroso 5 a 0 per la Roma sul campo di Testaccio: vendetta con doppietta di Bernardini che ispirerà anche il film di Mario Bonnard ‘Cinque a zero’.

1932 – La Juventus non ci mette molto a controbattere, due anni dopo: nel 1932 a Torino finirà 7-1 per i bianconeri. Record di punteggio che resta imbattuto tra le due squadre. Che oggi, nuovamente, rinnoveranno la sfida sul campo. E i tifosi già si stanno chiedendo: “Stavolta, vediamo come… Var”.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background