Manovra, ecco tutte le misure  

Scritto da il 22 dicembre 2017

Manovra, ecco tutte le misure

Fotogramma

Pubblicato il: 23/12/2017 14:52

Modifica della riforma delle pensioni, con l’estensione della platea che potrà lasciare il lavoro con le attuali regole; super ticket ridotto, partendo dalle Regioni che non ne hanno abusato in passato e web tax al 3% a partire dal 2019. Fondo di 60 milioni in tre anni per il caregiver familiare e proroga del bonus bebè per il 2018. Sono le principali novità presenti nella manovra che, dopo l’ok del Senato, dopo il precedente voto di fiducia, è legge. Vediamole nello specifico:

BONUS BEBE’– L’assegno da 80 euro al mese per il primo anno dalla nascita o dall’adozione del bambino è stato rinnovato per il 2018 ma solo per 12 mesi. E’ destinato alle famiglie con un reddito Isee inferiore ai 25mila euro.

PENSIONI– Viene recepito l’accordo fra governo e sindacati sulle pensioni, con cui si escludono 15 categorie di lavori gravosi dall’aumento dell’età pensionabile a 67 anni dal 2019.

WEB TAX – Cambia la web tax. L’imposta al 3% sulle transazioni digitali partirà da primo gennaio 2019, invece che dal 2018. La tassa è rivolta alle imprese operanti nel settore del digitale e potrebbe portare 190 milioni di euro nelle casse dello Stato.

GIOVANI – Da gennaio sgravio per i primi tre anni della metà dei contributi per i giovani assunti con il contratto a tutele crescenti. Sgravio totale sempre per i giovani per chi è assunto nel Mezzogiorno, ma anche per i disoccupati da almeno 6 mesi.

STUDI DI SETTORE – Gli studi di settore resteranno ancora per un anno, rinnovata anche la cedolare secca sugli affitti al 10%.

CAREGIVER – Arriva un fondo di 20 milioni l’anno, per i prossimi tre anni, per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza di chi assiste familiari malati.

BONUS CASA – Rinnovato l’ecobonus per il 2018 con l’introduzione di una detrazione al 36% per la cura del verde privato in terrazzi e giardini, valido anche per i condomini.

BANCHE – Arriva il fondo di ristoro per i clienti degli istituti di credito e finanziari, che hanno perso i loro risparmi. La dote è di 25 milioni di euro dal 2018 al 2021. Il risarcimenti andranno ai ”risparmiatori che hanno subito un danno ingiusto, non altrimenti risarcito o indennizzato, in ragione della violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza” previsti dal testo unico sull’intermediazione finanziaria.

LOTTA ALLA POVERTA’ – Le risorse aumenteranno di 300 milioni nel 2018, di 700 nel 2019 e di 900 milioni nel 2020.

UNIVERSITA’ E SCUOLA – Ci sono i fondi per la stabilizzazione dei docenti, del personale amministrativo, ma vengono anche sbloccati gli stipendi dei professori universitari.

SUPER TICKET– Il taglio del super ticket sarà destinato ai redditi più bassi. E’ prevista l’itituzione di un fondo da 60 milioni di euro presso il ministero della Sanità, che prevederà la riduzione andrà, in particolare, per le ”categorie di soggetti vulnerabili”.

E-FATTURA – Dal primo gennaio la fattura elettronica del 2019 sarà obbligatoria per tutti anche tra privati.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background