Nadia, super batterio e Ryanair: le 10 notizie più lette del 2017  

Scritto da il 30 dicembre 2017

Nadia, super batterio e Ryanair: le 10 notizie più lette del 2017

(Foto dal profilo facebook)

Pubblicato il: 31/12/2017 08:43

Ci sono il caos Ryanair, l’anticipo pensionistico e il malore di Nadia Toffa tra le notizie più lette nel 2017 sul sito AdnKronos. Dalle scoperte mediche, come il super batterio killer, ai fatti di cronaca, come la donna tedesca stuprata a villa Borghese a Roma, ecco la top ten:

1)E’ allarme per super batterio killer – Si tratta dell’allarme lanciato dagli esperti infettivologi italiani per il super batterio Kpc, Klebsiella Pneumoniae Carbapenemasi-produttrice, considerato un vero e proprio killer che, in oltre il 50% dei casi, è diventato resistente ad ogni tipo di antibiotico causando la morte delle persone infettate.

2)Trovato morto a casa sua dopo 4 anni – Macabra scoperta in un appartamento di Madrid dove a fine novembre è stato ritrovato il cadavere di un uomo quattro anni dopo la sua morte. Il corpo è stato scoperto da alcuni funzionari pubblici giunti per notificare delle ingiunzioni di pagamento per una serie di bollette non pagate.

3)Facevo il pilota alla Ryanair: vi dico tutto” – A fine settembre la compagnia aerea irlandese Ryanair annunciò la cancellazione di decine di voli a causa di un calcolo errato delle ferie che spettavano ai piloti. L’Antitrust decise così di aprire un procedimento istruttorio nei confronti del vettore irlandese per presunte pratiche commerciali scorrette in violazione del Codice del Consumo.

4)Nadia Toffa in rianimazione – Ad inizio dicembre la giornalista delle ‘Iene’ Nadia Toffa è stata colpita da un malore mentre si trovava a Trieste. Nei giorni successivi tanti colleghi e spettatori del programma tv le hanno dimostrato il proprio affetto rivolgendole messaggi di sostegno e auguri di pronta guarigione.

5)Ecco le 7 eresie di cui è accusato Papa Francesco – A fine settembre 62 sacerdoti e studiosi cattolici, con una lettera di 25 pagine pubblicata sul sito correctiofilialis.org, accusarono il Pontefice di aver sostenuto 7 posizioni eretiche mediante la sua esortazione apostolica post-sinodale ‘Amoris Laetitia’.

6)Pensioni, gli esclusi da quota 67 – A inizio novembre il governo propose di esonerare dalle aspettative di vita 15 categorie di lavori gravosi, circa 15-20mila lavoratori. La misura, inserita nella Manovra 2018, prevede l’esenzione dei lavoratori che svolgono attività gravose dall’aumento dell’età pensionabile a 67 anni previsto nel 2019.

7)La sclerosi multipla nasce nell’intestino, nuova pista italiana – A indicare la nuova ‘pista’ è uno studio dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano, che svela un possibile ruolo chiave del microbiota nell’origine della malattia neurologica evidenziando un legame tra l’anomalia della flora batterica intestinale, l’attività del sistema immunitario e l’andamento della patologia.

8)Tr…, che Dio ti punisca”, minacce e insulti a Francesca Barra – A inizio ottobre la conduttrice, giornalista e scrittrice, Francesca Barra finì nel mirino degli ‘haters’ social e denunciò gli insulti e le minacce ricevute. A scatenare i peggiori istinti degli utenti, la separazione della scrittrice dal marito e la relazione intrecciata successivamente con l’attore Claudio Santamaria.

9)Tedesca stuprata a Villa Borghese: caccia a 20enne – A metà settembre una donna tedesca di 57 anni venne trovata nuda e legata ad un palo a Villa Borghese a Roma. La donna, secondo quanto da lei raccontato, sarebbe stata aggredita, violentata e derubata di circa 40 euro da un giovane straniero di 20 anni che poi si sarebbe dato alla fuga.

10)Frase choc del prete, la replica di Emma Bonino – “Gli insulti qualificano chi li fa non chi li riceve”. Così Emma Bonino replicò via social al prete di Bologna che l’aveva paragonata al ‘capo dei capi’ Totò Riina. “Ha più morti innocenti sulla coscienza Totò Riina o Emma Bonino?”, si era chiesto don Francesco Pieri su Facebook, lanciando una provocazione contro l’esponente radicale paladina della battaglia per l’aborto.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background