Grasso: “Via tasse universitarie”  

Scritto da il 6 gennaio 2018

Grasso: Via tasse universitarie

Pubblicato il: 07/01/2018 11:22

“Di alleanze si parlerà dopo il 4 marzo, saremo aperti e inclusivi per tutti quelli che la pensano come noi. A chi guardiamo? Io guardo avanti”. Lo ha detto il leader di Liberi e Uguali Pietro Grasso, arrivando all’hotel Ergife per l’assemblea nazionale di LeU, interpellato dai giornalisti su una possibile intesa post elettorale con Pd o M5S.

Quanto all’eventuale alleanza col governatore uscente del Lazio Nicola Zingaretti, candidato del Pd alle regionali, “sarà oggetto di valutazione. Si tratterà di prendere contatti con la base, che si dovrà esprimere com’è nostro costume, e poi con Zingaretti”.

“Il pluralismo non può che essere qualcosa che arricchisce, certamente non depotenzia”, ha risposto a chi gli faceva notare che all’interno di LeU esistono posizioni discordanti in merito alla possibile intesa con Zingaretti.

CODICE ETICO – Poi, durante il suo intervento, Grasso ha spiegato: “Abbiamo voluto inserire un codice etico che non consideri solo l’aspetto giudiziario. Vogliamo portare in Parlamento donne e uomini rispettabili e rispettati”.

“Ci aspettano alcune settimane di intensissimo lavoro, è solo l’inizio del percorso per cambiare l’Italia – ha rimarcato – La crisi economica ha tolto opportunità ai nostri figli e ai nostri nipoti. I populismi soffiano sulle paure, indeboliscono la nostra comunità e noi abbiamo il coraggio di reagire e porre rimedio. Siamo gli eredi degli uomini e delle donne che 70 anni fa ci liberarono del fascismo“.

“Siamo pronti a lottare fino in fondo per realizzare i principi della nostra Costituzione – ha scandito – Dobbiamo partire da quel meraviglioso articolo 3: quei valori sono condivisi dalla maggioranza del nostro Paese, pure da Papa Francesco. Devono essere il cuore pulsante del nostro progetto politico”.

PROPOSTE – “Batteremo il territorio da Nord a Sud per parlare delle nostre proposte per cambiare l’Italia. Faremo proposte serie e concrete a differenza delle irrealizzabili favole degli altri partiti” ha sottolineato Grasso.

“Renzi vuole abolire il canone Rai dopo averlo messo in bolletta. Berlusconi ne ha dette troppe in 25 anni, non riesco a pensare alla più clamorosa. Salvini se la prende con lo ius soli negando la cittadinanza a ragazzi che per noi sono già italiani. I 5 stelle cambiano idea in base alla convenienza del momento. Noi – ha aggiunto – siamo l’unica alternativa credibile”.

Aboliamo le tasse universitarie” è la proposta lanciata da Grasso durante l’assemblea nazionale di Liberi e Uguali. “Avere una università gratuita significa credere davvero nei giovani con fatti concreti, ne beneficerà tutto il Paese. Significa allargare il nostro orizzonte e rendere l’Italia più competitiva”, ha aggiunto il leader di LeU.

Mentre sul fronte del lavoro, occorre “far tornare prevalenti i contratti a tempo indeterminato”, reintroducendo “le garanzie eliminate dal Jobs Act. Altri aboliscono le tasse, noi aboliamo il precariato”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background