Legge Fornero, quanto costerebbe abolirla?  

Scritto da il 8 gennaio 2018

Legge Fornero, quanto costerebbe abolirla?

(Fotogramma)

Pubblicato il: 09/01/2018 11:49

Rivedere il sistema pensionistico per cancellare gli effetti della Legge Fornero. Nel comunicato congiunto diramato dopo il vertice ad Arcore tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, il centrodestra è stato chiaro. Uno dei primi passi dell’azione di governo di centrodestra che uscirà dalle politiche del 4 marzo prossimo è l’eliminazione della riforma messa a punto dal governo Monti nel 2011. Ma che cosa significa cancellare la Fornero e quanto costerebbe?

Introdotta a fine 2011 dall’allora ministro del Lavoro del governo Monti Elsa Fornero per mettere in sicurezza i conti pubblici nel pieno della crisi e della corsa dello spread, la riforma ha inasprito le revisioni del sistema pensionistico precedenti. L’abolizione promessa da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia avrebbe oneri elevati per il bilancio pubblico: secondo la Ragioneria generale dello Stato costerebbe 350 miliardi di euro cumulati fino al 2060; solo nel decennio 2020-30 i minori risparmi sarebbero di circa un punto di pil ogni anno, cioè 17 miliardi di euro.

Per il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, cancellarla “sarebbe un gravissimo errore”. “E’ uno dei pilastri del sistema pensionistico italiano e della sostenibilità finanziaria del Paese”, ha sottolineato il ministro a margine di una conferenza a Bruxelles. “Naturalmente – ha aggiunto Padoan – le correzioni sono sempre possibili, come, per esempio, nel caso dell’ultima legge di bilancio, in cui sono stati rivisti i meccanismi relativi ai lavori usuranti, che hanno permesso di mitigare l’impatto dell’adeguamento dell’età pensionabile. Si possono sempre migliorare le riforme – ha concluso – ma abolirle sarebbe del tutto fuori luogo”.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background