Guidava proteste anti-migranti, arrestato per furto: “Rubare non è reato”  

Scritto da il 11 gennaio 2018

Guidava proteste anti-migranti, arrestato per furto: Rubare non è reato

(Fotogramma)

Pubblicato il: 12/01/2018 16:45

E’ Yari Dall’Ara, già salito alla ribalta della cronaca per la protesta al centro di accoglienza di via del Frantoio al Tiburtino III, una delle tre persone bloccate la notte di ieri per un furto in una gelateria di via Cola di Rienzo a Roma. I carabinieri di San Pietro hanno infatti bloccato l’uomo, romano di 38 anni, insieme ad altri due complici.

I tre, come ricostruito dai carabinieri, avevano infranto una vetrina, portato via dei contanti dalla cassa e, all’arrivo dei militari, provato a nascondersi. Scoperti, sono stati bloccati per furto aggravato in concorso e trovati con arnesi da scasso. Le indagini dei carabinieri proseguono perché nell’area c’erano già stati altri ‘colpi’ con le stesse modalità. Il 38enne è finito ai domiciliari con braccialetto elettronico, mentre per gli altri due è stato disposto l’obbligo di firma.

Finita sui principali quotidiani nazionali, la notizia è stata commentata anche dal diretto interessato, che su Facebook si è lanciato in una invettiva contro media e Governo: “Giornali sinistroidi di merda – scrive infatti su suo profilo Yari Dall’Ara – prima di tutto non scrivete mai la verità cmq si mi trovo agli arresti domiciliari per furto ma secondo me in Italia rubare non è reato dal momento che i nostri cari politici rubano milioni di euro a voi cittadini e la fanno sempre franca grazie anche alla loro immunita parlamentare!!! Io a differenza dei nostri cari politici con i soldi ci aiuto le persone in difficoltà. P. S. La storia del furto in un bar gelateria al centro – aggiunge – e una grossa stronzata eh…. Giornalista terrorista e sempre Governo infame!!!“, conclude.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background