“Erano un surplus”, zoo uccide 9 cuccioli di leone  

Scritto da il 14 gennaio 2018

Erano un surplus, zoo uccide 9 cuccioli di leone

Foto di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 15/01/2018 14:10

Uno zoo svedese ha ammesso di aver ucciso 9 cuccioli di leone perché un “surplus”. Solo due dei 13 nati dal 2012 a Boras Djurpark, parco naturale vicino a Göteborg che ospita circa 500 animali, sono sopravvissuti fino all’età adulta: di questi 2 sono morti per cause naturali, mentre gli altri sono stati soppressi nonostante non avessero problemi di salute.

Bo Kjellson, amministratore delegato del parco, si legge su ‘The Week’, ha detto a STV che la strategia dello zoo non era “segreta” e che l’eutanasia selettiva è stata in alcuni casi necessaria per evitare di sbilanciare il programma di allevamento e cura attentamente calibrato del parco.

Il Boras Djurpark mira a dare ai suoi inquilini animali un ambiente che ricorda da vicino il loro habitat naturale, ha sottolineato Kjellson aggiungendo che un numero eccessivo di leoni può disturbare la dinamica del branco. “Quando l’aggressività all’interno del gruppo era diventata eccessiva, abbiamo dovuto eliminare alcuni animali”, ha detto. “Abbiamo cercato di venderli o trasferirli in altri zoo a lungo, ma sfortunatamente non c’erano zoo che li potessero ricevere”. L’uccisione sarebbe avvenuta a due anni dalla nascita.

Kjellson si è rifiutato di escludere qualsiasi futura uccisione di cuccioli di leone sani. “Attualmente, il gruppo funziona bene, ma alcuni di essi potrebbero diventare animali in eccedenza”, ha detto. “Vorremmo poter mettere gli animali in altri zoo, ma siamo pienamente consapevoli che uccidere può essere l’ultima risorsa”.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background