“Ccà nisciuno è fesso”, bufera su Simone Verdi  

Scritto da il 16 gennaio 2018

Ccà nisciuno è fesso, bufera su Simone Verdi

(Foto dal profilo twitter del Bologna calcio)

Pubblicato il: 17/01/2018 14:51

“Non capisco come una società così prestigiosa come il @officialsscnapoli insista così tanto per acquistarti..sei un giocatore mediocre che a 26 anni hai segnato meno di 10 reti in serie A e molto meno nelle serie minori.. senza attributi.. sono felice che sia saltato tutto”. Esplode la polemica sul web per il mancato trasferimento dell’attaccante rossoblù Simone Verdi al Napoli. Tanti tifosi, partenopei e non, sui social si sono scagliati contro il calciatore del Bologna rivolgendogli insulti e critiche.

“Perdonami Simone, ma a quasi 26 anni non puoi permetterti di rifiutare una big come il Napoli. Detto da un interista, poi spero a giugno tu venga nell’Inter, ma hai sprecato una grande opportunità“, “Grazie a noi finalmente il mondo sportivo ti conosce. Ma chi ca… credi di essere? I dubbi dovevano essere solo nostri nei tuoi confronti e non viceversa”, “Potevi essere chiaro sin da subito. Lasciare in stand by una società che aveva puntato tutto su di te non è stato corretto”, “Potevi dirlo subito e risparmiarci sta tarantella“, si legge tra i vari commenti condivisi sull’account Instagram del calciatore.

Beduini nel deserto

Un post condiviso da Simone Verdi (@simoneverdi) in data: Gen 11, 2018 at 10:20 PST

E ancora, “Da tifoso napoletano e da napoletano dico che ha mancato di rispetto perché essere sinceri è la virtù dei forti! Bastava che dicessi prima ‘datemi una settima di tempo x decidere’…e a fatto compiuto hai i ripensamenti…”, “Pensaci quando continuerai a guardare la Champions per televisione, e soprattutto pensaci tanto quando un’intera città andrà a salutare i tuoi colleghi trionfanti. Tranquillo a Bologna si sta bene, gente come te a Napoli ci facciamo portare i caffè in giro“.

C’è inoltre chi insinua che Verdi abbia rifiutato il trasferimento al Napoli perché intenzionato ad accettare l’offerta di un’altra squadra a fine campionato. “Va alla Juve. Altro che rispetto per Bologna”, “A giugno Milano o Torino???”, “Il sig. Verdi oltre a noi ha preso in giro anche i suoi tifosi… A giugno andrà via lo stesso…”, “Ca nisciuno è fesso, aspettiamo giugno e vedremo dove andrai a finire perché rinunciare a 1,8 milioni per cinque anni a 26 anni è molto strano”. Eppure, nonostante gli insulti e le frecciatine, c’è anche chi ha preferito complimentarsi con “un calciatore che ha messo il cuore davanti ai soldi” e che ha voluto “onorare la propria maglia”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background