Vueling, sciopero di 24 ore  

Scritto da il 17 gennaio 2018

Vueling, sciopero di 24 ore

Immagine d’archivio (FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 18/01/2018 18:33

Domani sciopero di 24 ore del personale di volo Vueling. Ad indire la protesta è l’Usb Lavoro Privato a supporto della piattaforma contrattuale “presentata ormai da mesi e mai presa in considerazione dalla controparte”. E’ il terzo sciopero del personale di volo per la vertenza aperta, tesa a chiedere condizioni dignitose dei dipendenti.

Le rivendicazioni, sottolinea il sindacato, “sono per l’aumento globale del salario e per la tredicesima mensilità, il calcolo dell’anzianità dall’ingresso in compagnia con i contratti a tempo determinato, per maggiori tutele sulla maternità e trattamenti di malattia”.

Vueling, ricorda l’Usb, “è stata fondata in Spagna nel 2004 e dal 2010 ha avuto una forte espansione, diventando la 2° compagnia aerea iberica. Nel 2014, approfittando dalla completa deregolamentazione del mercato italiano, ha aperto il suo secondo HUB a Roma Fiumicino, seguito successivamente da quello di Firenze, arrivando a trasportare nel 2016 (ultime statistiche disponibili) più di 6 milioni di passeggeri e diventando la 4° compagnia aerea che opera nel nostro Paese”.

TREDICESIMA – I naviganti della Vueling Spagna hanno un contratto collettivo mentre i dipendenti italiani, rileva l’Usb, “hanno un contratto individuale, stipendi differenziati e senza l’evidenza persino della 13esima mensilità, e stentano ad avere almeno un contratto collettivo, cosa che sarebbe dovuta, in un Paese dove già esiste il contratto nazionale di riferimento del settore”.

Anche per questo Usb Lavoro Privato, molto rappresentativa tra i lavoratori e a fronte del buon andamento dell’azienda, “rivendica una serie di tutele e di adeguamenti normativi e salariali per i lavoratori: per un contratto che tuteli l’anzianità maturata e salvaguardi le progressioni salariali; per una normativa che affronti i temi riguardanti le tutele sociali per la maternità, la malattia, i diritti dati dall’applicazione delle leggi italiane; per un accordo che vada verso un contratto nazionale”.

FRANCIA – Lo sciopero, rileva l’Usb, “è sostenuto anche dal branch di Vueling che opera in Francia, dal sindacato rappresentativo Syndicat National du Personnel Navigant Commercial”.

Il mercato delle low cost che operano in Italia, rileva l’Usb, “è molto ricco e le aziende sono in espansione. Tutte le imprese di trasporto aereo che hanno avuto la possibilità di crescere grazie alla deregolamentazione del mercato con un costo del personale irrisorio devono confrontarsi con le richieste dei lavoratori per trattamenti e normative eque. E’ arrivato il momento di ripagare i lavoratori della loro produttività”.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background