“Aiutiamoli a casa loro”, Fiorella Mannoia sbotta su Facebook  

Scritto da il 18 gennaio 2018

Aiutiamoli a casa loro, Fiorella Mannoia sbotta su Facebook

(Fotogramma)

Pubblicato il: 19/01/2018 16:59

Tutto è iniziato con un articolo di stampa condiviso sulla propria pagina Facebook. L’ultimo di una lunga serie di drammatici resoconti, legati a fatti d’attualità o a vicende avvenute in zone di guerra, pubblicato sulla propria bacheca social. Ma questa volta Fiorella Mannoianon ha potuto trattenere la rabbia per quanto accaduto lasciandosi andare ad un lungo sfogo amaro e sofferto. “Aiutiamoli a casa loro“, scrive la cantante, ironizzando sullo slogan usato dai critici delle politiche sull’accoglienza dei migranti, “Dite che sono troppi e non possiamo accoglierli tutti. E’ vero! Facciamo una cosa. Riportiamo tutti gli africani in Africa“.

A suscitare la sua indignazione la notizia dell’assoluzione di tredici soldati francesi, in missione di pace nella Repubblica Centrafricana, accusati di abusi sessuali commessi nei confronti di minori africani, ‘contraccambiati’ con razioni di cibo. Da qui il lancio di una ‘proposta’ provocatoria, quella di abbandonare l’Africa al suo destino. “Però andiamocene tutti – scrive Mannoia – multinazionali del petrolio, delle armi, del cibo, trafficanti di diamanti, di organi, di coltan, di oro, di rifiuti tossici…Andiamocene via dall’Africa: francesi, inglesi, olandesi, americani, cinesi, tedeschi, italiani, banche mondiali, fondo monetario, tutti fuori dalle palle!!”

“Lasciamo l’Africa agli africani – ripete – e che se la sbrighino da soli, volete che lottino per la propria terra, diamogli la possibilità di farlo, che risolvano i loro problemi tra di loro!!” Fino al cambio di rotta. “Lo sai le nostre economie che fine fanno? – chiede polemica – Con le pezze al culo!! Io sarei d’accordo. Ognuno a casa sua, ma deve valere anche per noi!! Anche basta!”, conclude. E a chi, tra i commenti, le esprime il proprio sostegno e le manifesta le proprie perplessità, ricorda: “Ecco il nodo: Bisogna abolire le guerre e chi le fomenta”.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background