Attacco hotel Kabul, “stranieri cercati porta a porta”  

Scritto da il 20 gennaio 2018

Attacco hotel Kabul, stranieri cercati porta a porta

(AFP PHOTO)

Pubblicato il: 21/01/2018 07:33

L’assedio all’Hotel Intercontinental di Kabul si è concluso dopo più di 13 ore, intorno alle 6:30 ora italiana (le 10:30 locali). Lo ha confermato all’agenzia Dpa Nasrat Rahimi, portavoce del ministero dell’Interno afghano, precisando che tre assalitori sono stati uccisi e che il bilancio è di sei morti, tra i quali una donna straniera, e di sette feriti. Inoltre, più di 150 persone sono state tratte in salvo fuori dalla struttura.

Tuttavia, i resoconti dei testimoni oculari dell’evento sono diversi. Uno di loro, ospite dell’albergo – parlando con la Dpa – ha detto che il numero delle vittime potrebbe essere molto più alto di quello ufficiale.

CERCAVANO STRANIERI – Durante l’attacco gli assalitori armati bussavano alle porte delle camere chiedendo di stranieri e di membri del governo afghano per ucciderli. Lo ha detto Mumtaz Ahmad, un impiegato del ministero della Comunicazione afghano che si trovava nella struttura durante l’attacco, subito dopo essere stato messo in salvo dalle forze di sicurezza di Kabul.

IL BILANCIO – “Non ho il numero esatto delle vittime – ha detto – ma è molto più alto di quello che dicono i funzionari”. Ahmad, che ha trascorso 12 ore barricato con molti altri nella stanza del direttore dell’albergo protetta dalle sue guardia, ha detto di aver visto tre uomini armati che correvano al piano terra. Si trovava nell’Hotel per partecipare ad una conferenza ministeriale.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background