Enzo Avitabile: “A Sanremo con gli occhi di Scampia”  

Scritto da il 23 gennaio 2018

Enzo Avitabile: A Sanremo con gli occhi di Scampia

Pubblicato il: 24/01/2018 16:51

di Antonella Nesi

“C’è sempre una prima volta. E questa volta era volta giusta per me. Claudio Baglioni ha creato le condizioni per una mia partecipazione, con questa formula rivoluzionaria senza eliminazione e incentrata sulle canzoni. Sono contento perché la mia musica delle differenze e delle contaminazioni, i miei occhi di Scampia, possono arrivare ad un mare di gente“. Enzo Avitabile, il musicista e cantautore napoletano di fama mondiale, è “contento” del suo esordio sanremese. Sul palco dell’Ariston porterà ‘Il coraggio di ogni giorno’, in duetto – o meglio con featuring – di Peppe Servillo. “Scrivo la mia vita/tracce sulle pietre/ed ho gli stessi occhi di Scampia”, è l’incipit del testo scritto dallo stesso Avitabile (che firma anche la musica) con Pacifico.

“Nasce come pezzo autobiografico ma in realtà è un omaggio a tutti i ‘nessuno’, alla straordinarietà e al valore dell’uomo comune impegnato nella lotta quotidiana di arrivare a fine mese, di portare i figli all’università“. Il brano si presenta con una formula espressiva innovativa, che, secondo un orientamento coerente con gli ultimi lavori dell’artista, ‘Black Tarantella’ e ‘Lotto Infinito’, unisce diversi registri linguistici “per raccontare – spiega Avitabile – attraverso l’incrocio di suoni e gesti, l’esistenza dei ‘fuori di vista’, di coloro che vivono ai margini“. Pur nascendo dal tessuto sociale proprio dell’artista, come si legge nel brano in riferimento a Scampia – il brano perde ben presto i propri confini, “superando stereotipi e luoghi comuni, per attingere invece nuove ispirazioni da tutte le fonti possibili, diventando così ‘musica del mondo’, inno alla vita e all’accoglienza”.

Scampia – spiega Avitabile – è la mia terra, la mia casa madre, punto di partenza e di ritorno ma in questo caso è un luogo dell’anima ed un omaggio a tutte le periferie. Quello che è centrale, come sempre nella mia musica, è il viaggio e le contaminazioni che comporta”, sottolinea l’artista. Che di contaminazioni si nutrirà anche nell’esperienza sanremese: “Peppe porterà il suo mondo, con Pacifico c’è stata una collaborazione spontanea, una sintonia quasi istantanea, e nella serata del venerdì sul palco ci saranno sia la Piccola Orchestra Avion Travel che Daby Touré, grande collaboratore di Peter Gabriel e stella polare della world music”, anticipa Avitabile.

Il 9 febbraio, durante il festival, uscirà ‘Pelle Differente’, un ‘best of’ che conterrà, oltre all’inedito sanremese una ‘summa’ antologica di tutta la sua produzione “in forma di canzone”: “D’altronde Sanremo è il festival della canzone italiana e quale migliore occasione per fare conoscere ad un pubblico più largo la mia storia nelle canzoni”.

Nel testo c’è solo un inciso in dialetto napoletano: “Non è il dialetto a dare garanzia di napoletanità, la mia musica ha sempre un mood in parte napoletano e un suono mediterraneo. Questo è un pezzo world ma è fortemente napoletano nello stato d’animo. C’è sempre un po’ di apocundria, quell’amaro dolce che ci accompagna. E d’altronde ci sono testi in napoletano che non hanno niente di napoletano, come ci sono brani di Piano Daniele in italiano che sono fortemente napoletani”.

‘Pelle Differente’ è un excursus sugli incontri artistici, sulle collaborazioni, sugli assemblaggi musicali sperimentati da Avitabile in oltre 35 anni di carriera dove tutto s’intreccia e si confonde: generi, strumenti e musicisti.

La tracklist del primo cd parte con il brano ‘sanremese’ e continua con ‘Respirando navigando’; ‘Abball’ cu me’ (feat. Khaled); ‘Salvamm’ o munno’ (feat. Manu Dibango); ‘Ànola trànola’; ‘Don Salvatò’; ‘Malincunìa’; ‘Tutt’ egual song’ ‘e criature’ (feat. Eliades Ochoa); ‘Canta Palestina’ (feat. Amal Murkus); ‘Nuie e ll’ acqua’ ( feat. Idir); ‘Mane e mane’ (feat. Daby Touré); ‘Soul express’ (feat. Toumani Diabaté & Mauro Pagani); ‘No è no’ (feat. Franco Battiato); ‘Gerardo nuvola ‘e povere’ (feat. Francesco Guccini); ‘E ‘a maronn’ accumparett’ in Africa’ (feat. David Crosby).

Il secondo cd contiene invece: Fratello Soul; Dolce Sweet “M”; Charlie; When I Believe; Gospel mio; Napoli Dance; S.O.S. Brothers ; Black Out; Alta tensione; Stella dissidente; Dies irae; Leave Me or Love Me; Solo. Ed è così che nel booklet si alternano ai brani, anche scatti, ritratti e foto ricordo di Avitabile con alcuni dei suoi prestigiosi compagni di viaggi, incontrati in questi anni di carriera: James Brown, Tina Turner, David Crosby, Franco Battiato, Johnny Clegg, Djivan Gasparyan, Khaled, José Feliciano, Jonathan Demme (che sul musicista ha diretto un documentario), Toumani Diabaté, Dee Dee Bridgewater, Rita Marley, Ashraf Sharif Khan, Manu Dibango, Solomon Burke, Bob Geldof, Noa, Alvin Lee, Amina, Daby Touré e Cesaria Evora.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background