Roma: Babingtons, 125 anni di storia in una tea room  

Scritto da il 24 gennaio 2018

Babingtons, 125 anni di storia a Roma in una tea room

Pubblicato il: 25/01/2018 14:49

Festeggia 125 anni di attività Babingtons, la storica sala da tè inglese aperta a Roma nel 1893 da due giovani donne britanniche arrivate in Italia per il Grand Tour. Non solo una Tea Room, ma un luogo esclusivo che racchiude una storia di coraggio e passione, nato dalla forza di Anna Maria Babingtons e Isabel Cargill, due donne lungimiranti e intrepide che alla fine dell’Ottocento decisero di aprire un’attività nella capitale di un paese che non era il loro. Per celebrare questa ricorrenza così importante, Chiara Bedini e Rory Bruce, pronipoti di Isabel Cargill, hanno dato vita a un ricco calendario di iniziative che si concluderà a dicembre 2018.

Babingtons racchiude, quindi, la storia di una famiglia britannica romanizzata che ha saputo ambientarsi, rispettare, amare e farsi accogliere in una delle piazze principali d’Europa. Un’insegna legata all’Inghilterra, che oggi non è solamente un’azienda familiare ma anche la memoria storica di Roma stessa.

“Era doveroso ringraziare Roma e i nostri clienti. I compleanni si celebrano in famiglia e la nostra famiglia è questa, è la Tea Room, è Roma e le persone che entrano da Babingtons e si siedono ai nostri tavoli”, dichiara Chiara Bedini. “Per l’occasione, abbiamo organizzato una serie di iniziative non solo per la città, perché 125 anni si compiono una volta sola e 125 di un’impresa di famiglia, portata avanti principalmente da donne, sono oggi una peculiarità unica non solo in Italia”, aggiunge il cugino Rory Bruce.

Sono molte, dunque, le iniziative che ha in serbo Babingtons per questo 2018, dentro e fuori le mura della tea room di piazza di Spagna. Intanto, i prodotti per questi 125 anni, come il ‘Tè 125 anni – Miss Babingtons’, omaggio a una delle due fondatrici, Anna Maria Babingtons: una miscela di tè nero, vaniglia, miele, sambuco, petali di rosa, mirtilli, bacche di ginepro e foglie di mirto, per un blend che celebra l’unione tra Roma e l’Inghilterra attraverso la scelta di ingredienti italiani e inglesi.

Poi, la ‘Torta Isabel’, omaggio a Isabel Cargill, la bisnonna degli attuali patron di Babingtons. Una tradizionale sponge cake inglese – la preferita dalla Regina Vittoria – arricchita con cioccolato bianco, vaniglia bourbon, lamponi freschi e meringhe, creata per soddisfare grandi e piccoli, ideale in tutte le stagioni se abbinata alle miscele di tè nero e a gran parte delle miscele profumate Babingtons. Un dolce che sarà possibile trovare in carta da oggi, 25 gennaio. Ma sono anche altri due i dolci creati ad hoc per celebrare questi 125 anni, per il tea time: la tartelletta con caramello e chips di mela e il biscotto, uno shortbread a quattro piani con una rosellina in cima, che rimanda al tè Miss Babington. Per l’anno è stato creato e verrà servito il ‘1893 Afternoon Tea’, un menu che racconta la storia di 125 anni di amore per il tea time: il tè Miss Babingtons e la Torta Isabel costeranno infatti 18,93, un prezzo legato all’anno della fondazione della storica tea room, il 1893 appunto.

C’è anche un libro che racconta la storia della tea room, ‘Babingtons. I primi 125 anni. La storia del tè a Roma raccontata da Carla Massi’, edito da Babingtons (disponibile in italiano e in inglese e anche in versione ebook) e dedicato alla quinta generazione della famiglia: 12 capitoli con cui la giornalista e scrittrice Carla Massi parla dell’evoluzione della storia della tea room a Roma, contestualizzando gli eventi dell’azienda con quelli storici della città, dalla piccola Londra a Roma alla Seconda Guerra Mondiale, dalla Dolce Vita agli anni 2000.

Molti anche gli appuntamenti ed eventi per questo 2018. Mercoledì 21 Febbraio, alle 18,30, il ‘125 Victorian Tea Party & book: sarà possibile godersi un tè nella tipica atmosfera dei Victorian Tea Parties, seduti a tavole apparecchiate con antiche tovaglie, raffinate porcellane dell’epoca della Regina Vittoria, con sottofondo musicale di un’arpa suonata dal vivo e serviti da cameriere vestite con abiti di fine ‘800. Il tutto arricchito dalla lettura di capitoli del libro ‘Babingtons. I primi 125 anni: La storia del tè a Roma raccontata da Carla Massi’. Ancora, nei mesi di maggio e giugno, nella cornice dei Victorian Tea Parties, la tazza di tè caldo verrà sostituita da un fresco cocktail a base di tè, rigorosamente Babingtons, e accompagnato da una parata di pasticceria salata.

Per la fine del 2018, si prospetta un periodo ricco di eventi e attività per Babingtons. A settembre si potrà brindare con una tazza di tè anche a un nuovo allestimento ancora top secret, ma moderno e contemporaneo e in pieno stile Babingtons. Per l’occasione, verrà presentato un libro dedicato alle ricette dell’High Tea e agli abbinamenti cibo/tè: un modo per avvicinarsi al magico mondo del tè grazie alla sapiente guida della stessa Chiara Bedini. E il 5 dicembre si concluderà l’anno con il compleanno di Babingtons, un evento in piazza di Spagna per chiudere i festeggiamenti.

Infine, il progetto della Fondazione Babingtons, un’impresa nata grazie alla visione di due donne e portata avanti da donne nel passato. Nata come tea room e sala di lettura ‘con bagno’, era un luogo sicuro per il gentil sesso nel tempo, e lo è ancora oggi. Chiara Bedini e Rory Bruce hanno, quindi, deciso di dare vita a una fondazione che andrà ad aiutare le donne e le comunità nei paesi produttori di tè e che diffonderà la cultura del tè in diversi modi.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background