Carnevale a passo di danza in Canton Ticino  

Scritto da il 25 gennaio 2018

Carnevale a passo di danza in Canton Ticino

Pubblicato il: 26/01/2018 17:36

Il Carnevale Ambrosiano, il Rabadan, l’istituzione della Libera Repubblica di Nebiopoli, la Stranociada di Bellinzona: in Canton Ticino un ampio periodo del calendario è dedicato al Carnevale, che in ogni località assume caratteristiche diverse. Numerose tradizioni sono scomparse, particolarmente nelle città, altre invece sopravvivono, ma trasformate: il ballo, un tempo rara occasione di incontro, oggi ha assunto il carattere di festa campestre, dove predominano la musica e la gastronomia. A Carnevale Bellinzona diventa una monarchia ai servigi del grande Re Rabadan: infatti, a partire dalla sera dell’8 febbraio, quando gli verranno consegnate le chiavi, inizieranno i festeggiamenti carnevalizi che culmineranno con il ‘Grande Corteo Mascherato’, al quale parteciperanno duemila comparse, che animano ogni anno la sfilata umoristica di musiche, carri e bande.

Unica in tutto il Canton Ticino, Chiasso a Carnevale non passa sotto la guida di un Re ma si trasforma in ‘Libera Repubblica di Nebiopoli’. La festa ha inizio il giovedì, con la consegna delle chiavi del sindaco al primo ministro di Nebiopoli, che dichiara l’istituzione della Repubblica; il martedì Grasso, lungo le vie cittadine, sfila il famoso Corteo mascherato Nebiopoli: bande e Guggen, gruppi mascherati e carri rappresentano – in modo satirico e ironico – eventi avvenuti durante l’anno trascorso. Il Carnevale di Chiasso ha inoltre la particolarità di essere accompagnato da un giornalino satirico chiamato ‘Nebiolino’. Altro appuntamento a Locarno, nella città vecchia, il 9 e 10 febbraio, con Stranociada, ovvero ‘la notte dove non si chiude occhio’. La tradizione vuole che il tutto abbia inizio di venerdì, con la consegna delle chiavi della città, seguita dai concerti delle ‘Guggen’, le bande locali. All’una di notte avviene la premiazione e la sfilata di tutti i partecipanti in piazza San Antonio. Le molteplici tendine, sparse qua e là in città vecchia, invitano a una sosta rigenerante tra specialità locali e altre leccornie. Il sabato, invece, tutti in piazza San Antonio per gustare il risotto con luganighe.

E in Canton Ticino ci sono ancora zone dove si segue il rito ambrosiano della Chiesa cattolica. Il carnevale segue così un calendario diverso nelle Tre Valli (Leventina, Blenio e Riviera), a Brissago e a Tesserete. A Biasca, capoluogo delle Tre Valli, Re Naregna e la Regina Taitü festeggiano con i loro sudditi, praticamente senza interruzione per 24 ore. Anche a Brissago, sul Lago Maggiore, la festa impazzerà dal giovedì al sabato grasso. Musica e balli fino a tarda notte, bancarelle gastronomiche, cortei mascherati e risotto in piazza e cene sono il programma del Carnevale Ambrosiano. A Tesserete il Carnevale inizia presto. Alle 7 del mattino di giovedì 15 con l’accensione dei fuochi poi un momento di calma apparente per ultimare i preparativi e, alle 19, grande maccheronata e consegna delle chiavi a Sua Maestà Or Penagin. Da quel momento i bagordi hanno inizio, fino a tarda notte.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background