Moda: Balestra, collezione P/E sfumata sui toni del verde e ispirata a Lorca  

Scritto da il 25 gennaio 2018

Sfila a Palazzo Brancaccio la primavera/estate di Renato Balestra

Uno degli abiti della collezione P/E di Renato Balestra, ispirata al verde e al poeta Garcia Lorca.

Pubblicato il: 26/01/2018 14:24

”Una collezione sfumata sulle tonalità del verde, da quello più pallido al verde smeraldo, ispirata ad una poesia di Lorca, ‘verde que te quiero…”. Una collezione più giovane, più da ragazzi, controcanto all’ultima sfilata, tutta improntata sul nero e il giallo, molto più rigorosa”. E’ quanto ha dichiarato lo stilista romano Renato Balestra che stasera presenterà, a Roma nei saloni di Palazzo Brancaccio, sua collezione Primavera/Estate dinanzi ad un parterre di oltre 400 persone e al sindaco di Roma, Virginia Raggi. ”Ho incontrato il sindaco di Roma qualche tempo fa – ha aggiunto – Volevano parlare di progetti legati alla moda per la città. Ha rimandato l’appuntamento, ci rivedremo comunque a febbraio”.

E su Altaroma, la società che organizza e promuove la manifestazione, Renato Balestra non ha dubbi: ”Ben vengano i giovani all’interno della kermesse. Ma bisogna insegnare oro la cultura, l’arte della bellezza. L’artigianato è indubbiamente la pietra più preziosa dell’alta moda, ma non si possono fare sfilate solo con i giovani creativi. Ad Altaroma ci vuole anche un nucleo di maison storiche per non trasformare i quattro giorni di appuntamenti in una ‘Sagra dell’Artigianato’. Ma forse il problema è un altro – ha proseguito Balestra – Chi insegue la classe, l’eleganza, il garbo, la raffinatezza è considerato un uomo agè… Un vecchio”.

”Non sono d’accordo – ha continuato Balestra- Ma non voglio essere pessimista. In lontananza vedo luci, bagliori di speranza. Armani continua a piacermi moltissimo, anche se trovo che sia un pò troppo ‘coerente’ con se stesso. E non nascondiamo – ha proseguito il maestro romano – che un certo pret-à-porter ha stravolto, negativamente, alcuni codici comportamentali. Il chiodo o la scarpa stringata con l’abito lungo? Una visione della moda che non condivido”.

E sul futuro dell’Alta moda Renato Balestra è ottimista, con qualche distinguo. ”Finchè a Roma ci saranno i couturier l’alta moda non morirà. Quello che non riesco a capire è perchè la nostra città, con tutte le possibilità che ha, non riesce a riunire intorno ad un tavolo rappresentanti della forza politiche e di governo per fare fronte comune in difesa di questo settore, per lavorare su nuovi progetti strategici”.

”Hanno cancellato da Piazza di Spagna ‘Donna sotto le stelle’. Costava troppo? Invitiamo gli stilisti italiani – ha suggerito il grande maestro romano – Quando vado negli Stati Uniti tutti mi domandano quando la nostra tv riprenderà la sfilata da Piazza di Spagna. Ma ad oggi, anch’io, non so dare una risposta”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background