Dal ballo di San Vito all’emicrania da Sudoku: i 7 misteri della medicina  

Scritto da il 28 gennaio 2018

Dal ballo di San Vito all'emicrania da Sudoku: i 7 misteri della medicina

(Fotogramma)

Pubblicato il: 29/01/2018 17:57

Un pugno di ‘cold case’ della medicina ancora tolgono il sonno ai ricercatori: misteri che, anche alla luce delle moderne conoscenze, non sono stati ancora chiariti da medici e studiosi. Dalle malattie più curiose a strani casi di follia di massa, il sito IflScience censisce i 7 ‘busillis’ della medicina. Eccoli:

Epidemie di ‘ballo di San Vito’ – Verso la fine del Medioevo in Europa c’è stato un alto numero di segnalazioni di ‘epidemie di ballo’. Apparentemente dal nulla, enormi gruppi di persone sono state contagiate dall’impulso di ballare fino a crollare letteralmente dalla stanchezza. Una delle più grandi ‘epidemie’ documentate si è verificata il 24 giugno 1374 ad Aquisgrana, nella moderna Germania. Un altro focolaio risale al 1518 a Strasburgo, con oltre 400 persone coinvolte e diverse vittime. Trattandosi di eventi accaduti secoli fa, non è chiaro cosa possa essere accaduto, e se si sia trattato di una sorta di fenomeno sociale. Tuttavia, i ricercatori moderni hanno suggerito che l’insolita mania fosse causata da: avvelenamento da segale cornuta, attacchi epilettici o tifo.

L’adolescente morto di Hiv/Aids nell’era pre-Aids – La storia di Robert Rayford resta un rebus medico. Nel 1969 questo sedicenne di St. Louis morì di una malattia sconosciuta. Circa 19 anni dopo, un’analisi dei campioni di sangue del ragazzo rivelò la presenza di un virus strettamente correlato o identico a l’Hiv; ciò significa che morì di complicazioni legate all’Aids nonostante la maggior parte degli esperti pensasse che il virus fosse apparso per la prima volta negli Stati Uniti solo nella metà degli anni ’70. All’epoca, i medici notarono che il ragazzo era anche infetto dalla clamidia; e lui stesso aveva detto ai medici di essere sessualmente attivo, anche se aveva negato di essere omosessuale o bisessuale. Le cartelle cliniche non mostrano tracce di trasfusioni, così per esclusione è stato ipotizzato un contagio attraverso un rapporto sessuale, ma in una città che non era New York o San Francisco e in un’epoca pre-Aids. La spiegazione non ha convinto tutti, e c’è chi ancora indaga sul misterioso decesso.

Epidemia di svenimenti in Cisgiordania nel 1983 – Svenimenti e vertigini sono stati segnalati da un gran numero di adolescenti palestinesi, per lo più studentesse, ma anche da alcune soldatesse israeliane in diverse città, con un migliaio di ricoveri. All’epoca si è pensato all’uso di sostanze chimiche, ora si propende per un’isteria di massa, ma in realtà la causa del fenomeno non è stata identificata.

Emicrania da Sudoku – Ha lasciato perplessi i medici il caso del 25enne afflitto da attacchi di mal di testa solo quando era alle prese con il Sudoku. Nessun problema invece, spiegano i medici dell’Università di Monaco, con calcoli di matematica, scrittura di numeri e atre operazioni. Un caso insolito, che fa il paio con quello di una donna colpita da emicrania ogni volta che sente la canzone di Sean Paul ‘Temperature’ o quella di Rihanna ‘Umbrella’.

Toxic Lady – Nel febraio 1994 Gloria Ramirez fu ricoverata in California per gli effetti di un tumore delle cervice avanzato. Nell’arco di poche ore 23 persone dello staff dell’ospedale (che erano entrate in contatto con la donna) sono state colpite da spasmi muscolari e svenimenti. Non è ancora chiaro cosa sia accaduto. Fra le ipotesi una catena di reazioni chimiche indesiderate, legate forse a un rimedio casalingo che avrebbe interagito con le terapie.

Tarrare e il misterioso appetito – Ancora senza risposta la vicenda del francese che nel ‘700 pare fosse in grado di mangiare grandi quantità di carne, e non solo: ingoiava tappi, sassi, animali vivi e un intero cesto pieno di mele. Era un fake? E’ passato troppo tempo per avere un’idea chiara della vicenda.

Epidemia di malattia del sonno – Tra il 1915 e il 1926 circa 5 milioni di persone sono state colpite da una insolita malattia che le ha lasciate come ‘zombificate’. Molti pazienti sono morti, altri poi si sono ripresi. In seguito i medici hanno parlato di encefalite letargica, collegandola con un’infezione virale misteriosa. La malattia è stata anche collegata allo streptococco, ma le cause reali dell’epidemia di encefalite letargica restano sconosciute.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background