Alitalia, nuovo round  

Scritto da il 29 gennaio 2018

Alitalia, nuovo round

(Fotogramma)

Pubblicato il: 30/01/2018 06:51

Riparte il confronto tra Alitalia e sindacati in vista dell’imminente scadenza della proroga, il 31 gennaio, del contratto di lavoro dei dipendenti dell’aviolinea. L’appuntamento tra le parti è fissato per questa mattina ma, secondo quanto ipotizzano fonti sindacali, quello di oggi potrebbe non essere il round decisivo e potrebbero essere necessari tempi supplementari per arrivare alla soluzione che si prospetta che è quella di un’ulteriore proroga del contratto (si tratta della quarta).

Un’opzione, della quale si parla ma che, spiegano le stesse fonti, ancora non è formalmente stata oggetto di discussione, è quella del prolungamento della validità dei trattamenti economici e normativi del contratto di lavoro al 30 aprile prossimo. Data, questa, in cui scade anche la proroga della cassa integrazione, come prevista dai verbali firmati nello scorso ottobre al ministero del Lavoro.

Come è emerso nel confronto della scorsa settimana, l’azienda punterebbe a introdurre alcune modifiche nella parte normativa del contratto e, in particolare, sul ricorso ai congedi parentali ritenendo necessario un maggiore anticipo per richiederli. I sindacati avrebbero invece chiesto garanzie per l’attivazione dei percorsi di riqualificazione del personale in cassa.

Mentre prosegue il tavolo sul contratto, i riflettori sono sempre puntati sulla procedura di vendita di Alitalia. Una partita tutta aperta e dai tempi al momento ancora incerti quanto alla sua possibile conclusione. Ma in questo caso, almeno, il tempo non sembra giocare contro. Come domenica scorsa ha evidenziato il commissario straordinario, Luigi Gubitosi, in un’intervista, Alitalia si trova oggi in condizioni senz’altro migliori rispetto a quando è cominciata la procedura all’inizio di maggio 2017.

Ad attestarlo c’è il trend dei ricavi che, dopo aver chiuso con un +1% il 2017, rafforzano la loro crescita nel primo trimestre con un incremento del 4-5%. Inoltre, pressoché intatto, è il prestito ponte, dopo aver chiuso il 2017 con 807 milioni in cassa e 103 milioni in deposito presso la Iata.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background