Forza Italia: “In Lombardia partito c’è ed è forte”  

Scritto da il 1 febbraio 2018

Forza Italia: In Lombardia partito c'è ed è forte

L’assessore all’Istruzione e al Lavoro nella giunta lombarda di Maroni, Valentina Aprea (Fotogramma)

Pubblicato il: 02/02/2018 16:02

Forza Italia in Lombardia è “forte, organizzata e ben radicata sul territorio”. Parola di tutti i candidati azzurri esclusi dalle liste del centrodestra e poi ‘riammessi’ dalla Corte di Appello di Milano una volta ‘sanato il difetto’ sulla documentazione presentata da ‘Noi con l’Italia’. Scampato il pericolo di restare fuori dai giochi, tirano un sospiro di sollievo e si preparano alla campagna elettorale, a colpi di slogan e manifestazione per il rush finale.

L’assessore all’Istruzione e al Lavoro nella giunta lombarda di Maroni, Valentina Aprea, che corre per la Camera nel collegio maggioritario di Gorgonzola e nel ‘listino’ di Milano, dice all’Adnkronos: ”Il mio slogan sarà ‘il lavoro c’è se c’è buona formazione’. Presenterò in questa campagna elettorale, con tutti i dati a supporto, il successo delle politiche pubbliche della Regione Lombardia in materia di istruzione, formazione e lavoro, che propongo per l’Italia”. ”Voglio applicare il modello Lombardia a livello nazionale”, insiste.

Tra i ‘salvati’ anche l’ex ministro Michela Vittoria Brambilla, leader del movimento animalista, che continuerà la sua battaglia in prima linea a tutela dei ‘quattro zampe’.

Graziano Musella, sindaco di Assago, in campo nel collegio della Camera a Rozzano, assicura: ”In Lombardia Fi è presente e organizzata: abbiamo 120 coordinatori in tutti i Comuni, 300 amministratori. E’ davvero una realtà importante”. Il primo cittadino propone come slogan: ”’Cambia l’Italia dando fiducia a esperienza, serietà e coerenza. Alla Camera il 4 marzo voto un sindaco per il tuo collegio”.

Schierata da Forza Italia nel collegio maggioritario di Milano centro, l’avvocato patrimonialista Cristina Rossello, è soddisfatta per lo sblocco della sua lista, nella circoscrizione Lombardia 1, perchè ora “ci si può concentrare sulla campagna elettorale e lavorare al programma e alle cose da fare”.

“Ho accettato la candidatura rispondendo all’appello del presidente Berlusconi alla società civile”. Quel che conta, sottolinea, ”sono i fatti, non le chiacchiere, la gente è stanca di promesse non mantenute”.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background