Padoan: “Mi auguro che mia moglie mi voti…”  

Scritto da il 5 febbraio 2018

Padoan: Mi auguro che mia moglie mi voti...

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 06/02/2018 20:23

Mi auguro che mia moglie mi voti. Mi accompagna dovunque ed è una cosa molto bella”. Così il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan a Otto e Mezzo su la 7 ha commentato con una battuta la candidatura della sorella Maria Piera con il centro destra e la militanza nella sinistra della figlia Veronica.

Sulle motivazioni della sua candidatura con il Pd il ministro ha poi aggiunto che lo “ha spinto la voglia di difendere quello che è stato fatto in questi anni di governo”. Di cose importanti fatte, prosegue, “ce ne sono tante”: in particolare “aver contribuito a mettere in sicurezza il sistema bancario italiano”.

Ha parlato, poi, del reddito di cittadinanza, misura sostenuta dal M5s, sostenendo che “costa moltissimo, oltre 5 miliardi, più di un punto di Pil, e soprattutto funziona male perché introduce incentivi al contrario per cui la gente non va a lavorare“. Sulle condizioni generali dell’economia e in particolare sull’impatto delle elezioni italiane, ha detto, “in questo momento, al netto della correzione globale degli ultimi due giorni, i mercati dei titoli sovrani sono molto stabili e il rischio Italia non si è mosso. Credo che continuerà a non muoversi e a migliorare, anzi a ridursi nelle settimane successive, al netto di un voto che possa prefigurare una situazione antieuropea e populista”.

“Nella legislatura che sta finendo abbiamo abbassato le tasse di 32 mld, più di un punto e mezzo di Pil” calcola il ministro dell’Economia. La ricetta del nuovo governo è, aggiunge, “sicuramente continuare ad abbattere le tasse e farlo in modo credibile”.

Quanto ai rischi di rigurgiti di neofascismo in Italia, Padoan dice: “Non possiamo dirlo bisogna tenere la guardia alta per evitare che questo rischio si possa materializzare”.”C’è una reazione violenta a fenomeni individuali da parte di individui che hanno un’ideologia particolare”, conclude, osservando che “c’è anche la conseguenza di un disagio economico che non riesce ancora ad essere abbattuto“.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background