Stop età pensione per oltre 60mila lavoratori  

Scritto da il 5 febbraio 2018

Stop età pensione per oltre 60mila lavoratori

(Fotogramma)

Pubblicato il: 06/02/2018 15:45

La platea dei lavoratori che rientrano nelle 15 categorie che possono andare in pensione con dei requisiti ‘agevolati’ raggiungerà il tetto massimo nel 2027, quando saranno 62.800 le persone che potranno accedere al trattamento previdenziale con requisiti ridotti. E’ quanto emerge da uno studio dell’Ufficio parlamentare di bilancio, che esamina gli effetti delle modifiche introdotte dall’ultima legge di bilancio. Con la legge Fornero, introdotta nel 2011, i lavori ritenuti particolarmente faticosi e pesanti erano 11 ma, con la manovra 2018, sono state introdotte altre 4 categorie.

La relazione tecnica al provvedimento, che quantifica il maggiore costo imputabile alle sole 4 nuove deroghe rispetto a quelle vigenti, prevede che la sospensione dell’aggancio alla vita attesa riguarderà una platea che partirà da 15.000 soggetti nel 2019 e arriverà a 20.900 nel 2027, con un costo per le finanze pubbliche crescente da 100 milioni di euro nel 2019 a 176,4 milioni nel 2023 e poi in progressiva riduzione sino a 166,2 milioni nel 2027.

L’Ufficio parlamentare, nel focus, propone di fare ”una riflessione sull’opportunità di mantenere nella loro configurazione attuale i trattamenti agevolati a favore di specifici settori e comparti”. Da una parte si propone di introdurre ”un più organico concetto di gravosità e pericolosità”. Dall’altra parte, per i casi di trattamenti agevolati legati alla appartenenza a specifici settori indipendentemente dalla particolarità dell’attività svolta, ”potrebbero invece essere sostituiti da strumenti propri del mercato del lavoro finalizzati alla ricollocazione efficiente del lavoratore”.


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background