“Non siamo furbacchioni”  

Scritto da il 7 febbraio 2018

Non siamo furbacchioni

Pubblicato il: 08/02/2018 16:18

“Non avete davanti due furbacchioni”. Così Ermal Meta, nel corso di una conferenza stampa, ha messo fine (forse) alle polemiche relative al brano che l’artista porta a Sanremo con Fabrizio Moro, accusato da più parti di non essere ‘nuovo’. “Io e Fabrizio forse ignoriamo tante cose – ha aggiunto Ermal- ma sappiamo come scrivere canzoni”. Il brano, dice l’artista, “dice cose importanti e secondo noi meritava una chance. E’ una fotografia del nostro tempo, peraltro non scritta per presentarla al festival”.

Siamo stati male, io stanotte non ho dormito, per l’uso della parola plagio – è intervenuto Fabrizio Moro -. Siamo due autori e non abbiamo bisogno di plagiare nessuno“. Moro ha poi ripercorso la genesi del brano, per fugare ogni dubbio sulla genuinità dell’operazione.

“La canzone l’ho scritta io insieme ad Andrea (Febo, il terzo autore del brano, ndr), e su quella canzone ho lavorato per un anno. E’ un pezzo che nasce da una lettera che un familiare di una delle vittime del Bataclan ha scritto e letto in mondovisione, e che si concludeva con ‘Non mi avete fatto niente’. Questo mi ha fatto prendere lo spunto, ma sono andato a prendere qualcosa che io stesso avevo scritto. Questa è la genesi e ci tenevo a spiegarla”, ha concluso.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background