Unicredit: 5,5 miliardi di utile nel 2017  

Scritto da il 7 febbraio 2018

Unicredit, utile 2017 di 5,5 mld e dividendo di 0,32 euro

Pubblicato il: 08/02/2018 09:41

Unicredit archivia il 2017 con un utile netto rettificato di 3,7 miliardi di euro e con un utile netto contabile di 5,5 miliardi. Il consiglio di amministrazione della banca ha deciso di proporre il pagamento di dividendo cash di 0,32 per azione, pari a 0,7 miliardi, corrispondente a un payout ratio del 20% sui profitti normalizzati. Per Jean Pierre Mustier, amministratore delegato di Unicredit, il 2017 è stato “un anno di svolta per Unicredit. Abbiamo lanciato il piano Transform 2019 che sta già conseguendo risultati tangibili conducendo ad una performance finanziaria in ampio miglioramento, oltre a porre le basi per il successo e la crescita futuri di Unicredit”. Transform 2019 è “in anticipo rispetto ai tempi previsti e i costi si sono ridotti del 4 per cento nel corso dell’anno”. Il 2017, ha continuato Mustier, “è stato un anno molto positivo che fa ben sperare per il proseguimento di Transform 2019. Tutti gli obiettivi per il 2019 sono stati confermati e siamo sulla strada giusta per rendere Unicredit una banca paneuropea vincente”.

In particolare l’attuazione del piano al 2019 è “in anticipo rispetto ai tempi previsti” e “sta generando risultati tangibili”, si spiega dalla banca. Sono stati “completati con successo tutti gli interventi determinanti” per il rafforzamento e l’ottimizzazione del capitale. Sul fronte della qualità dell’attivo “l’attività di de-risking del bilancio è ancora in corso”, con i crediti deteriorati lordi in ulteriore calo a 48,4 miliardi nel quarto trimestre del 2017 dai 51,3 miliardi del trimestre precedente. Anche la trasformazione del modello operativo è “ad uno stadio più avanzato rispetto a quanto previsto dal piano” e per la massimizzazione del valore di banca commerciale le iniziative commerciali “sono in corso e stanno conseguendo risultati tangibili all’interno del gruppo”.

Nel 2017 i ricavi del gruppo si attestano a 19,6 miliardi, in aumento dell’1,7% su base annua, e il margine d’interesse a 10,3 miliardi, in linea rispetto alle previsioni. Le commissioni ammontano a 6,7 miliardi, in crescita del 7,1% e i ricavi da attività di negoziazione a 1,8 miliardi (+3,5%). Il margine operativo netto è cresciuto del 73,7% su base annua, a 5,7 miliardi, sostenuto dalla performance commerciale e dalla gestione dei costi e del rischio. Il margine operativo netto è aumentato del 3,4% a 1,3 miliardi nel quarto trimestre. Il Cet1 ratio fully loaded si è attestato al 13,60% a fine 2017 ed è confermato tra il 12,2% e il 12,7% nel 2018. I costi operativi sono stati di 11,4 miliardi, in flessione del 4%.

I crediti deteriorati lordi di gruppo si sono ridotti del 14% negli ultimi dodici mesi, attestandosi a 48,4 miliardi di euro, e i crediti deteriorati netti sono diminuiti del 15,2% a 21,2 miliardi. Le sofferenze lorde hanno registrato una riduzione a 27,8 miliardi, con un rapporto di copertura pari al 65,8%. Nel quarto trimestre l’utile netto rettificato è di 708 milioni e l’utile netto contabile di 801 milioni. Il Rote rettificato si è attestato al 5,5%. I ricavi sono ammontati a 4,8 mld (+7,4% su base annua), in particolare per la tenuta del margine d’interesse a 2,6 miliardi e al contributo delle commissioni, in rialzo del 12,3% sullo stesso periodo dell’anno precedente a 1,7 miliardi.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background