Le pagelle della finale dell’ex Matia Bazar  

Scritto da il 9 febbraio 2018

Le pagelle della finale dell'ex Matia Bazar

Pubblicato il: 11/02/2018 00:53

Ecco le pagelle dei 20 cantanti della sezione Big di Sanremo 2018, esibitisi durante la serata finale del festival, redatte ‘a caldo’ in esclusiva per AdnKronos dall’ex tastierista dei Matia Bazar, Mauro Sabbione.

LUCA BARBAROSSA – Luca ormai è la voce di Roma, e sarà molto canticchiata. Luca è sempre un grande professionista e la canzone in queste sere è stata quotata notevolmente dal pubblico popolare. Quindi lo piazziamo nei primi sei. Voto 7

RED CANZIAN – Beh definire rock il pezzo di Red, come ha detto la Hunziker, è un eufemismo. Tuttavia il pezzo è costruito bene dall’amico Red che finalmente non ha più legami con gli ex. Per lui una vetrina interessante e spero foriera di spettacoli. Voto 4

THE KOLORS – Bello Stash! E quindi un futuro di cantante e personaggio si palesa. Il pezzo è interessante, proprio perché il maestro è Chiaravalle che lo scorso anno ha vinto il festival con Gabbani. A questo Sanremo saranno relegati nelle posizioni di rincalzo. Voto 5

ELIO E LE STORIE TESE – La canzone è proprio bella nello stile surreale di Elio. Ma come ho scritto nei giorni scorsi, è il loro canto del cigno. A proposito si sono tenuti i Neri per Caso chissà se il regolamento lo permette. Comunque con questa canzone si chiude un ciclo di canzone italiana di Elio durata un sacco di anni! Chissà se poi ci sarò qualcuno che farò una canzone ‘Elio rimettetevi insieme’. Voto 5

RON – Bella canzone, ma la quoto solamente per la vittoria nel caso scattasse nella votazioni demoscopiche l’effetto nostalgia di Lucio Dalla. Ron l’ha cantata molto bene e ieri sera con Alice è stata una versione indimenticabile. Diamogli un bel voto 7

MAX GAZZE’ – Bellissima canzone e Max è perfetto nella esecuzione anche in questa serata. Mi ricorda la poesia, la narrativa, la bellezza delle composizioni di Franco Fanigliulo il compianto cantautore ligure dalla grande teatralità. Max si merita un riconoscimento alto. Voto 8

ANNALISA – Questa canzone si sentirà parecchio, e già in radio è diffusa. Annalisa ha una bella e tranquilla presenza di chi sa che il piazzamento è garantito, e forse auspicabile uno dei primi posti. Vediamo le giurie popolari. Voto 7

RENZO RUBINO – Meno male che è rimasto al pianoforte, per questa bellissima canzone. Purtroppo le sue quotazioni sono inspiegabilmente in discesa, ma la canzone è delicata e va ascoltata molte volte perché possa essere capita. Renzo è veramente una bella persona e autore raffinato. Voto 5

DECIBEL – Sempre più radiofonica, Enrico ed i suoi Decibel, sembrano poco convinti dalle quotazioni delle charts. Il brano al quarto ascolto convince, ma non è adatta ad una giuria popolare. Voto 6

VANONI BUNGARO PACIFICO – Ornella convinta di farcela e stasera ha cantato meglio delle altre sera. I tre cantanti hanno provato molto, e conoscendo Bungaro questa è una garanzia. Il pezzo è molto interessante, ma su di lui pesa il giudizio della giuria popolare, e vedremo se voterà la grande carriera di Ornella. Io li quoto nei primi posti. Voto 8

GIOVANNI CACCAMO – La canzone è bella e sanremese e il pubblico la voterà. Alfredo Rapetti, Cheope, figlio d’arte ha scritto un bel testo non banale. Sicuramente un bel festival il suo anche se non dovesse vincere. Lo quoto nei primi tre. Voto 9

LO STATO SOCIALE – Ieri sera sono stati un po’ criticati per la versione con Paolo Rossi e il coro dell’Antoniano, troppe voci ed il brano confuso, ma ormai è tormentone. Ma sono in alto nelle charts per l’ascolto radiofonico. Pubblico in piedi, con la ballerina in mezzo. Standing ovation anticipata per la loro vittoria. Voto 10

FACCHINETTI FOGLI – Una serata sanremese senza più gloria per Facchinetti e Fogli. Dati nelle classifiche in ribasso e loro lo sanno ormai. Ma il mio consiglio appassionato sarebbe quello di cantare in piedi per aiutare il diaframma. E soprattutto non tentare strade nuove e rimettersi in gioco. Non ce n’è bisogno. Voto 4

DIODATO ROY PACI Il pubblico sottolinea il suo gradimento per Diodato e Roy battendo le mani, già in salita verso le quotazioni massime grazie alle giurie di qualità. Bisognerà vedere l’effetto del 50% della votazione popolare. Il brano evocativo e per niente banale con un crescendo bellissimo. Io li quoto nei primi tre posti. Voto 9

NINA ZILLI – Il brano ne gioverebbe se il testo fosse meno ridondante di parole come amore. Nina ha capito che non sarà il suo festival. Voto 6

NOEMI – Bella la sua canzone e bella e brava lei. Probabilmente la sua voce rompera’ l’egemonia delle voci maschili. Voto 7

META MORO – Il pubblico e credo le giurie ne decretano la vittoria con la loro ovazione. Speriamo sia il festival dell’impegno come già dimostrato dai giovani. Per me vincono. Voto 10

MARIO BIONDI – Splendida canzone e voce meravigliosa con cito finale di Mario. Comunque vada è stato un festival di gran classe il suo! Bravo. Voto 6

LE VIBRAZIONI – Niente da fare anche per loro, il pezzo non gira bene e la voce risente della fatica degli anni. Buon gruppo comunque gli auguro una grande tournée. Voto 6

AVITABILE SERVILLO – Meraviglia di canzone, il mediterraneo al festival e ieri sera anche l’Africa. Se è il festival dell’impegno spero proprio siano vincitori, ma li piazzo comunque nei primi sei. Voto 8


Continua a leggere

Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background