Renzi: “Chi vota D’Alema porta Salvini al governo”  

Scritto da il 9 febbraio 2018

Renzi: Chi vota D'Alema porta Salvini al governo

(Fotogramma)

Pubblicato il: 10/02/2018 18:32

“A qualche compagno incerto che magari ci segue su Facebook vorrei dire: se davvero pensate che ci sia un pericolo della destra in Italia, lo volete fermare dando un voto di testimonianza o mandando in Parlamento deputati e senatori del centrosinistra? Perché: ogni voto dato al partito di D’Alema è un voto che avvicina Salvini al governo di questo Paese“. In diretta da Perugia, dove è in corso un’iniziativa elettorale, Matteo Renzi lancia ancora una stoccata all’ex compagno di partito Massimo D’Alema.

Con queste regole – ha continuato il leader dem parlando del Partito democratico – il Pd può essere il primo partito e il primo gruppo parlamentare, ma a condizione che si scrolli di dosso la paura”. Renzi ha quindi auspicato “il gioco di squadra, perché senza il gioco di squadra rimpiangeremo per cinque anni la mancanza di coraggio”.

“Ho visto il Pd un pochino preoccupato… C’è chi mi chiede ‘ma ce la si fa?’… Guardate che questa partita non si regge su di me – assicura l’ex premier -. Abbiamo già visto che le sfide solitarie non sono sufficienti. Io poi ho fatto un frontale”, con il referendum “ma bisogna capire se nella battaglia ci crediamo davvero o se è una questione di principio”.

“E allora – ha proseguito – guardiamo a cosa abbiamo fatto e chiediamoci se gli altri avrebbero fatto lo stesso al nostro posto: unioni civili, dopo di noi, terzo settore, cooperazione internazionale, caporalato, reati ambientali.. Fermatevi e domandatevi: con gli altri sarebbe stata la stessa cosa?”.

Il segretario attacca poi Di Maio e Cinquestelle: “Noi siamo talmente trasparenti che mettiamo la faccia e i nomi su chi eleggiamo, non facciamo il giochino delle tre carte. Poi dicono che noi siamo impresentabili ma l’unico che non si presenta e’ Di Maio che non si presenta ai confronti, io avevo un appuntamento e sto ancora aspettando. Ciascuno di noi ha avuto un Di Maio in classe che ti dice ‘ti aspetto fuori e poi non si presenta…'”.

E rispondendo alle polemiche di Di Battista, che aveva definito gli italiani “rincoglioniti”, continua: “Devono sciacquarsi la bocca prima di parlare dell’Italia, di questo Paese meraviglioso. Sono incompetenti, arroganti, insultatori di professione… Non etichetti gli italiani come rincoglioniti perché non votano come dovrebbero”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background