Di Maio mette in piazza il suo conto in banca  

Scritto da il 12 febbraio 2018

Di Maio mette in piazza il suo conto in banca

Pubblicato il: 13/02/2018 13:52

Ha restituito oltre 161mila euro in 5 anni di legislatura. Bonifici alla mano, Luigi Di Maio per far chiarezza sul caso rimborsopoli nel movimento si è recato in banca a Montecitorio con l’inviato de ‘Le Iene’ Filippo Roma per produrre tutta la documentazione necessaria e dalla quale si evincono i 55 bonifici destinati alla microimprenditoria.

Di questi 161.096,14, per l’esattezza, 150.087,14 sono andati al fondo per le piccole e medie imprese del Mise, 11.009, invece, sono finiti nel fondo di ammortamento titoli di Stato, ovvero il fondo dove finivano i soldi del taglio degli stipendi ed eccedenze di diaria dei parlamentari grillini prima che venisse aperto il conto corrente per il microcredito dietro pressione degli stessi eletti 5 Stelle con tanto di tende stazionate davanti al ministero del Tesoro. Luigi Di Maio.

Ai 160mila e rotti euro restituiti, vanno sommati gli importi a cui il candidato premier e capo politico del M5S ha rinunciato, ovvero 177.401,10 euro quale indennità lorda da vicepresidente della Camera e 32.500 euro come rimborso spese di rappresentanza, per un totale di 209.901,10 euro. Tra importi restituiti e rinunce varie, fanno notare dal suo staff, Di Maio ha reso in questi anni 370.997,24 euro.

“Oggi ho incontrato Filippo Roma de ‘Le Iene’. Come promesso l’ultima volta che ci siamo incontrati, abbiamo verificato tutti i bonifici che ho effettuato al fondo del Microcredito per un totale di oltre 150.000 euro, certificato dal direttore della banca”, scrive Di Maio su Facebook. “Ho anche rinunciato alle indennità aggiuntive da vicepresidente della Camera. In tutto ho restituito o rinunciato in 5 anni di legislatura a più di 370.000 euro – continua – Alcuni portavoce hanno violato le nostre regole e non hanno donato tutto quello che avrebbero dovuto. Un tradimento dei nostri principi e della fiducia dei nostri iscritti. Per questo saranno cacciati dal MoVimento e si sono impegnati a rinunciare all’elezione”. “La stragrande maggioranza dei nostri portavoce – sottolinea – hanno ottemperato gli impegni presi e infatti nel fondo per il microcredito ci sono oltre 23 milioni di euro. Abbiamo chiesto al Mef l’elenco completo dei bonifici e chi non risulterà in regola per me è già fuori. Non facciamo sconti a nessuno, tantomeno a noi stessi e pubblicheremo la lista completa”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background