Bollette a 28 giorni, ipotesi cartello: Antitrust indaga  

Scritto da il 14 febbraio 2018

Bollette a 28 giorni, ispezioni a tappeto della Finanza

(FOTOGRAMMA)

Pubblicato il: 15/02/2018 14:05

Un’attività ispettiva è in corso presso i principali operatori telefonici da parte del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza. A quanto si apprende, le ispezioni riguardano anche la Assotelecomunicazioni di Roma. Dietro alle ispezioni possibili intese restrittive della concorrenza collegati alla fatturazione mensile delle bollette.

Assotelecomunicazioni-Asstel, “sta prestando la massima collaborazione alle autorità, nella consapevolezza di essere estranea a qualunque pratica anticoncorrenziale”. Così l’associazione delle imprese delle Tlc in merito all’ispezione disposta dall’Agcm in corso presso i propri uffici.

I CONSUMATORI – “Ottima notizia, basta con i soprusi perpetuati dalle compagnie telefoniche” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Abbiamo presentato ormai decine di esposti tra Antitrust e Autorità delle comunicazioni sulla questione delle bollette a 28 giorni. Non è pensabile che tutte, o quasi, stiano magicamente aumentando le tariffe, guarda caso, dell’8,6%. E’ ora, poi, che finalmente si rimborsino gli utenti e che le compagnie stornino quanto hanno indebitamente incassato a partire dal 23 giugno 2017” conclude Dona.


Continua a leggere

Prossimo Articolo

Pd, parte il congresso  


Thumbnail
Articolo Precedente

Ciclone russo  


Thumbnail

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background