Esorcismo su ragazzina: prete sospeso  

Scritto da il 15 febbraio 2018

Esorcismo su ragazzina: prete sospeso

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 16/02/2018 16:19

Il vescovo di Aversa, monsignor Angelo Spinillo, ha sospeso per un anno dal ministero pubblico il sacerdote Michele Barone che ha “turbato gravemente i fedeli in ragione di alcune pratiche di esorcismo“. Si tratta di un caso raccontato dal programma televisivo ‘Le Iene’, secondo il quale don Michele Barone, prete di Casapesenna nel casertano, praticava degli esorcismi per “liberare” una ragazzina posseduta dai demoni per colpa dell’omosessualità della sorella. Don Michele Barone, scrive il vescovo Spinillo nel decreto di sospensione, “è stato fonte di grave turbativa presso i fedeli a ragione della pratica di strane preghiere di esorcismi da lui compiuti nei confronti di minori e di persone da lui definite ‘possedute'”.

Lo stesso “dopo numerosi inviti e richiami personalmente condotti, in data 19 dicembre dell’anno 2017, alla presenza di altri sacerdoti della Diocesi è stato ammonito canonicamente, e gli è stato proibito di praticare preghiere di guarigione e di esorcismi e, contemporaneamente, è stato invitato a ravvedersi da tali comportamenti e a intraprendere un serio cammino di revisione”. Nonostante l’ammonizione, si legge nel decreto, “il reverendo Barone ha continuato a praticare preghiere di esorcismo particolarmente nei confronti di una ragazza minorenne e con serie problematiche personali”.

Per un anno il sacerdote non potrà, quindi, “celebrare in pubblico sacramenti o sacramentali, in specie di celebrare la Santa Messa, ascoltare le confessioni e predicare, in Chiese e Oratori o in occasione di riunioni di fedeli”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background