Il giallo delle caramelle con gli spilli fuori dall’asilo  

Scritto da il 16 febbraio 2018

Il giallo delle caramelle con gli spilli fuori dall'asilo

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 17/02/2018 12:39

Baracche incendiate, muri imbrattati, lettere con finta antrace, poi la minaccia più spaventosa: caramelle piene di spilli lasciate fuori da un asilo. Cesiomaggiore, comune di meno di 4 mila anime in provincia di Belluno, e la vicina Santa Giustina vivono ormai da 7 mesi con l’incubo di Erostrato, lo pseudonimo, ispirato al pastore greco che bruciò il tempio di Artemide per diventare immortale, dietro al quale si cela l’autore – o gli autori – dei folli gesti.

Le indagini vanno avanti da tempo e ora il cerchio sembra stringersi. Sotto accusa è finita una famiglia di Cesio. I tre indagati, sulla cui identità vige il più stretto riserbo, parlano per la prima volta tramite i loro avvocati, secondo quanto riporta ‘Il Corriere del Veneto’, e si dichiarano innocenti.

Per trovare prove certe e incastrare i responsabili, la cittadina è passata al setaccio tra perquisizioni e sequestri di oggetti, tra cui libri sul nazismo e sulla chimica. In particolare ad attirare l’attenzione degli inquirenti, scrive il quotidiano, è la biblioteca comunale da dove, spulciando il registro dei libri presi in prestito, sarebbero emersi indizi preziosi.

Erostrato potrebbe essere tradito dalle tante citazioni disseminate nelle lettere e nei biglietti lasciati come firma dei suoi gesti. Citazioni che inizialmente avevano fatto ipotizzare che il suo profilo potesse coincidere con quello di una persona colta. Ma sono solo ipotesi. Resta al momento il mistero su chi sta seminando il panico a Cesio e per placarsi chiede che venga eretta una statua proprio in onore di Erostrato.

Alta tra i cittadini resta anche la tensione dopo l’episodio più grave, avvenuto a fine gennaio, quando l’anonimo ha lasciato un pacchetto di caramelle infarcito di spilli nel cortile dell’asilo di Cergnai, frazione di Santa Giustina, accompagnato da una lettera in cui scriveva: “Dovrete avere paura per i vostri figli“.

Un gesto che ha cambiato la prospettiva rendendo ancora più minaccioso il profilo di Erostrato, un mitomane la cui strategia, come faceva notare il ‘Corriere delle Alpi’ che sta seguendo il caso dalla prima ora, ricorda un po’ quella di Unabomber. Un nuovo Unabomber del Veneto ma senza esplosivi.


Continua a leggere

Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background