Consulenti lavoro: ecco i requisiti per l’Ape 

Scritto da il 18 febbraio 2018

Consulenti lavoro: ecco i requisiti per l'Ape

Pubblicato il: 19/02/2018 13:58

Sono sei i requisiti da possedere per poter richiedere l’Ape, volontario o di mercato, lo strumento previsto dalla legge 232/2016, e che consiste in una somma mensile percepita senza alcuna imposizione fiscale da parte del beneficiario per massimo 3 anni e 7 mesi e che sarà poi recuperata direttamente sulla pensione di vecchiaia del cittadino attraverso un piano di ammortamento ventennale operato dall’Inps. A fare il punto sull’Ape è la circolare n. 5/2018 della Fondazione Studi consulenti del lavoro.

I requisiti necessari sono: almeno 63 anni di età compiuti al momento della richiesta dell’Ape; età che consenta l’accesso della pensione di vecchiaia dopo un minimo di 6 mesi dalla decorrenza dell’Ape, ma entro la finestra temporale massima di 3 anni e 7 mesi dalla partenza della indennità; almeno 20 anni di contributi utili al conseguimento della pensione di vecchiaia in una sola delle Gestioni Inps (solo per assicurati con il primo accredito contributivo posteriore al 31.12.1995); un trattamento pensionistico già maturato al momento della domanda di certificazione il cui importo lordo sia pari ad almeno 1,5 volte l’assegno sociale (valore soglia di 679,5 euro per il 2018); per tutti gli assicurati l’importo di pensione maturato dovrà essere pari a 1,4 volte il trattamento minimo vigente alla domanda di certificazione del diritto ad Ape (per il 2018 pari a euro 710,39) al netto del prelievo mensile subito.

“Dopo oltre un anno di gestazione, -scrivono i consulenti del lavoro- l’Inps con circolare n. 28 del 13 febbraio 2018 ha emanato le istruzioni applicative rendendo possibile così la richiesta dell’anticipo da parte dei cittadini”.

L’analisi della Fondazione Studi si sofferma sulla platea dei cittadini che potranno accedere a questa indennità di prepensionamento autofinanziata, evidenziandone le singole componenti di costo e le modalità di fruizione, distinguendo infine le varie fasi amministrative con sintesi grafiche ed esempi numerici.

Oltre alla disamina dei vari istituti connessi all’Ape Volontario (come il relativo Fondo di Garanzia), l’analisi fornisce un supporto operativo all’utilizzo e alla lettura dei dati del simulatore informatico – messo a disposizione dall’Istituto dal 13 febbraio – che permette a chi vuole presentare domanda di calcolare l’importo mensile dell’anticipo finanziario, la durata e la rata di rimborso mensile che sarà decurtata dalla pensione.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background