D’Alema: “Lunare che Pd vinca”  

Scritto da il 18 febbraio 2018

D'Alema: Lunare che Pd vinca

Mssimo D’Alema (Foto Fotogramma)

Pubblicato il: 19/02/2018 09:31

E’ lunare pensare che il Pd vinca le elezioni“, e quando sente Matteo Renzi sostenerlo “mi sembra di essere sulla luna, invece io sono tra la gente”. Lo dice Massimo D’Alema, ospite di Circo Massimo su Radio Capital. “Gran parte delle persone che incontro voteranno centrodestra o M5S, nel mezzogiorno è prevalentemente così”, aggiunge. Per l’ex premier, “il Pd “pagherà il prezzo alla legge elettorale che ha fatto” anche con l’obiettivo di “schiacciarci”.

In campagna elettorale, tra la gente, sente “rabbia”, “innanzitutto verso chi ha governato”, attuando “una politica sbagliata e inconsapevole del grado di difficoltà che c’era nel paese”.

E “se il Pd perde le elezioni mi pare difficile dare l’incarico a Gentiloni”, sottolinea D’Alema. Prodi rimprovera i fuoriusciti dal Pd come ‘amici che hanno sbagliato’? “E’ la stessa cosa che penso di lui. Non si può votare Gentiloni: con questa legge elettorale, che Prodi reputa scandalosa e Gentiloni ha fatto passare con 8 voti di fiducia, non si vota Gentiloni ma Renzi. Se la lista ‘Insieme’ non supera il 3% il voto va a Renzi, quindi Prodi voterà per Renzi e Casini senza dirlo nemmeno a se stesso” ed esprimendo un voto “non utile né per se né per il paese”.

A Renzi D’Alema rimprovera di aver composto “liste con stile padronale”, usando una legge elettorale “pessima, che è un insulto ai cittadini, e a mio avviso sotto certi profili è anche incostituzionale”. Quanto al progetto politico di Liberi e uguali, “io voglio ricostruire una sinistra unita ma innanzitutto unita al suo popolo”. Dalla gente, dice D’Alema, in Salento per la campagna elettorale, “ci viene rimproverato di aver messo troppo tardi in campo la ricostruzione della sinistra, nessuno ci rimprovera” invece di aver detto addio al Pd.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background