Embraco chiude al governo, ira di Calenda: “Irresponsabili”  

Scritto da il 18 febbraio 2018

Embraco chiude al governo, ira di Calenda: Irresponsabili

(Fotogramma)

Pubblicato il: 19/02/2018 13:43

Embraco, la società controllata da Whirlpool che ha confermato 500 licenziamenti nel torinese, dice no alle richieste del ministero. “Abbiamo sentito i legali di Embraco con Chiamparino offrendogli tutto il sostegno possibile per fare una Cig e l’azienda ha comunque risposto negativamente. Non si comprende questo atteggiamento” afferma il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, mentre al Mise è previsto il tavolo su Embraco.

Si conferma un atteggiamento di totale irresponsabilità dell’azienda, siamo di fronte al peggior caso di una multinazionale che dimostra totale irresponsabilità nei confronti dei lavoratori e mancanza di rispetto del governo”, sottolinea. “Non ricevo più questa gente perché ne ho fin sopra i capelli di loro e dei loro consulenti”, dice Calenda.

LA CONTROPROPOSTA – “Ho parlato al telefono con i consulenti dell’azienda e ho spiegato loro che la proposta fatta, quella del part time, era una proposta che non potevamo accettare. Ho fatto una controproposta e aspetto una risposta prima di incontrare l’azienda” aveva detto Calenda a margine di un accordo con la Regione Toscana.

La controproposta, aveva ribadito Calenda, “è quella che prevede il ritiro dei licenziamenti e il passaggio alla cassa integrazione in modo da trovare una soluzione per la reindustrializzazione. Se hanno dei dubbi interpretativi sono disponibile a scrivere una lettera di mio pugno, rassicurandoli sui dubbi interpretativi”.

Ma la risposta dell’azienda controllata da Whirlpool è stata negativa. “Attiviamo urgentemente un lavoro con Invitalia per cercare di trovare un percorso di reindustrializzazione, a questo punto in tempo molto più breve – afferma ora Calenda – Abbiamo poco più di un mese per chiudere tutto”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background