Ecco i Green Pride 2018  

Scritto da il 27 febbraio 2018

Ecco i Green Pride 2018

Pubblicato il: 28/02/2018 15:19

Tre iniziative imprenditoriali sociali e amiche dell’ambiente, tre best practice italiane che si distinguono per innovazione e attenzione alla sostenibilità o alla cooperazione. Sonepar Italia, Coltivatori di Emozioni e Slow Trade per il “Progetto Kyondo” si aggiudicano i Green Pride 2018, i premi assegnati da Fondazione UniVerde, consegnati oggi a Roma, presso l’Istituto di Santa Maria in Aquiro del Senato, in occasione dell’appuntamento “Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: e-mobility, turismo sostenibile e cooperazione internazionale”.

L’iniziativa di oggi si inserisce tra quelle a sostegno dell’azione per realizzare l’Agenda 2030 e gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile quali, tra gli altri, la mitigazione dei cambiamenti climatici in atto, garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo, l’edificazione di società pacifiche.

Nello specifico, Sonepar Italia è stata premiata per aver sviluppato progetti nel mercato dell’e-mobility contribuendo all’incremento dell’installazione di infrastrutture di ricarica; Green Pride a Coltivatori di Emozioni, prima piattaforma di digital farming italiana, per aver ideato un nuovo ciclo produttivo responsabile a sostegno dell’ambiente e delle microeconomie locali; infine, Slow Trade è stata premiata per il “Progetto Kyondo” che ha l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle famiglie produttrici di caffè della comunità del Tuungane, creando una rete economica indipendente ed ecosostenibile.

“A partire dall’affermazione di un nuovo modello di economia basato sulle tecnologie green e su progetti solidali di cooperazione internazionale, abbiamo il dovere di affrontare e vincere le sfide per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità previsti dall’Agenda 2030 – dice Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione UniVerde -Promuovere la diffusione della cultura della sostenibilità significa mettere al centro della crescita del Paese la vera green economy per dare nuova occupazione, creare strumenti per le comunità rurali più svantaggiate, garantire modelli di consumo e produzione responsabili per la tutela consapevole dell’ecosistema terrestre”.

“La sostenibilità è il fulcro per la promozione di una crescita economica duratura e inclusiva, della giustizia sociale e della pace nel mondo e i Green Pride conferiti oggi sono un riconoscimento meritato per le tre realtà che hanno intrapreso il percorso evolutivo della responsabilità d’impresa verso la green society con concreti obiettivi etici ed ecologici”, conclude.

Un progetto ambizioso è quello ideato dalla società Gmt Spa (che con fondazione UniVerde ha promosso l’incontro “Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”) per il settore della e-mobility: ZapGrid, sistema che permette la gestione smart delle colonnine di ricarica elettrica.

“Ogni criticità rappresenta una opportunità per scardinare modus operandi consolidati nel tempo, non più ecosostenibili, e proporre alternative che lo siano – dichiara il presidente di Gmt Spa Gianfranco Nicolè – La nostra mission consiste proprio nello sviluppare soluzioni nuove, economiche che tutelino l’ambiente e che siano accessibili a tutti. Come Esco stiamo investendo in progetti di sostenibilità ambientale ed efficientamento energetico, collaborando con realtà come quelle che abbiamo avuto il piacere di premiare oggi e che hanno come noi il coraggio di porre le basi per un nuovo domani”.

ZapGrid è il nuovo sistema di gestione delle colonnine di ricarica dei veicoli elettrici che permette l’interoperabilità tra le infrastrutture di ricarica gestite da operatori differenti, proponendosi come risposta al limite della diffusione, su larga scala, della mobilità elettrica in Italia. Fruibile con smartphone tramite una semplice App, ZapGrid mette in rete le stazioni di ricarica rendendole accessibili a tutti, in un’ottica di E-mobility smart.

Il progetto è sviluppato da Gmt Spa, Esco (Energy Service Company) certificata Uni Cei 11352, accreditata presso l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il gas fra le “società operanti nel settore dei servizi energetici”.

La Fondazione UniVerde dal 2008, promuove la riconversione ecologica favorendo il cambiamento degli stili di vita in armonia con l’ambiente naturale per un futuro ecosostenibile. I Green Pride, istituiti nel 2011, sono i riconoscimenti assegnati dalla Fondazione UniVerde allo scopo di valorizzare le innovative best practice italiane nel campo della green economy.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background