Alimenti: carabinieri sequestrano oltre 5 tonnellate caffè e 1.800 uova  

Scritto da il 5 marzo 2018

Pubblicato il: 06/03/2018 16:00

Senza sosta i controlli a largo raggio, finalizzati al contrasto delle illegalità diffuse a tutela del consumatore ad opera dei reparti carabinieri tutela agroalimentare. Dall’inizio di questo mese, da verifiche finalizzate alla sicurezza nel comparto agroalimentare, i militari del Reparto Speciale dell’Arma, dislocati su tutto il territorio nazionale, hanno sequestrato 5,2 tonnellate di caffè, 3 tonnellate di alimenti vari e 1.800 uova prive di rintracciabilità, riscontrate irregolarità amministrative.

Nello specifico: in provincia di Cuneo, nel settore dei marchi di tutela, all’interno di salumifici e aziende agricole, hanno rilevato irregolarità amministrative, per 16.000 euro, per assenza di autorizzazioni da parte dei consorzi di tutela; in provincia di Reggio Emilia e Bologna, hanno sequestrato 571 kg di conserve ortofrutticole per mancanza di elementi riconducibili alla provenienza del prodotto.

In provincia di Caserta, a seguito di mancata rintracciabilità i carabinieri hanno sequestrato 1.800 uova; in provincia Salerno, 5,2 tonnellate di caffè e 20 quintali fra prodotti ortofrutticoli, conserve di pomodoro e dolciumi venivano sequestrate per mancanza di documentazione comprovante la provenienza degli stessi prodotti. Inoltre, venivano sequestrati anche 20 kg di formaggio falsamente evocanti DOP (Grana Padano, Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano).

Nei primi due mesi del 2018, l’attività preventiva del Reparto Speciale dei Carabinieri, a salvaguardia della sicurezza dei cittadini, ha portato al sequestro di oltre 43 tonnellate di prodotti agroalimentari (conserve, confetture, polpa di pomodoro, caffè , dolciumi e altro), 1.774 litri di bevande alcoliche e circa 161 quintali di alimenti evocanti DOP e/o IGP (sughi, salumi, formaggi e paste ripiene) e sanzioni per oltre 87.000 euro.


Radio Veronica Web

Current track
TITLE
ARTIST

Background