Marianne Mirage: “Che brivido la corsa per il David”  

Scritto da il 6 marzo 2018

Marianne Mirage: Che brivido la corsa per il David

(foto Adnkronos)

Pubblicato il: 07/03/2018 16:15

Un sogno più grande dei sogni, di quelli che non hai mai nemmeno immaginato, perché sono più grandi di te“. A meno di due settimane dalla cerimonia di premiazione del 21 marzo, Marianne Mirage ammette tutta l’emozione della candidatura del suo brano ‘The Place’ ai David di Donatello nella cinquina della Miglior Canzone Originale. La canzone in lingua inglese, interpretata da Marianne Mirage per l’omonimo film di Paolo Genovese (‘The Place’) uscito lo scorso ottobre nelle sale italiane, è stata scritta appositamente per il lungometraggio dalla stessa Mirage insieme agli Stag di Marco Guazzone e a Matteo Curallo, che è anche il produttore.

L’inizio della collaborazione della Mirage con Genovese si fonda su una sorta di ‘misunderstanding’, come racconta la stessa cantautrice: “Avevo conosciuto Paolo Genovese al festival di Sanremo, perchè ci ritrovammo ospiti della stessa radio. Mi disse che gli era piaciuto il mio disco ‘Quelli come me’ e che sarebbe stato bello fare qualcosa insieme. Ma, avendo io studiato recitazione, dentro di me avevo sperato mi volesse come attrice. Invece a lui interessava la mia musica“, spiega Marianne all’AdnKronos. “Lui mi disse che stava lavorando ad un film piccolo ma con un grande cast: ‘se vuoi fare una prova e scrivere qualcosa, ti mando la sceneggiatura’. Pensavo stesse lavorando ad una commedia solare e appena ho letto lo script ho capito che invece sarebbe stato un film impegnativo, che i temi che affrontava erano molto forti. Ma proprio questo mi ha ispirato molto, era più in linea con le atmosfere della mia musica“.

Ancora più particolare la genesi del brano ‘The Place’: “Io amo molto improvvisare durante i live. Così pochi giorni dopo stavo facendo un live acustico ed ho provato quella che è diventata la base del brano. Il pubblico ha reagito bene. Così ho chiamato gli Stag per finirla di scrivere, soprattutto nella parte del ritornello, e Matteo Curallo. Poi sono andata sul set da Genovese, anche per verificare le atmosfere del film, e lui avrebbe voluto sentire subito il pezzo, lì sul set. Io mi sono opposta. Volevo che lo ascoltasse con la cura e il tempo giusto. E con mia enorme gioia il passo successivo è stato sedermi al festival di Roma in platea durante l’anteprima e constatare che Genovese aveva dato uno spazio davvero importante al mio lavoro“, sottolinea. Le canzoni originali del film sono frutto di un lavoro ‘tailor-made’ di Sugar, l’etichetta che fa capo a Caterina Caselli e Filippo Sugar che ha fatto della cura meticolosa il tratto distintivo di tutte le proprie produzioni. Il videoclip che accompagna la canzone è stato diretto dallo stesso Genovese ed include alcune scene tratte dal film.

Le canzoni con cui ‘The Place’ dovrà vedersela nella corsa al David di Donatello 2018 sono ‘Bang Bang’ di Pivio e Aldo De Scalzi con testo di Nelson, interpretata da Serena Rossi, Franco Ricciardi e Giampaolo Morelli nel film ‘Ammore e Malavita’; ‘A Chi Appartieni’ di Dario Sansone, interpretata da Foja per il film ‘Gatta Cenerentola’; ‘Fidati di Me’ di Mauro Pagani, interpretata da Massimo Ranieri e Antonella Lo Coco per il film ‘Riccardo Va All’Inferno’; ‘Italy’ di Anha Plaschg e Anton Spielmann, interpretata da Soap&Skin per il film ‘Sicilian Ghost Story’. “Ironia della sorte, tra i candidati, ci sono due miei idoli e questo mi emoziona ancora di più. C’è Massimo Ranieri, che è un’icona e se dovesse vincere mi farebbe comunque piacere, e c’è Soap&Skin, il progetto di musica sperimentale della pianista, cantante e attrice austriaca Anja Franziska Plaschg, che ho sempre ascoltato da quando avevo 14 anni…”, conclude Marianne che attualmente è al lavoro sul suo nuovo album di inediti.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background