“Ora i partiti siano responsabili”  

Scritto da il 6 marzo 2018

Ora i partiti siano responsabili

(Fotogramma)

Pubblicato il: 07/03/2018 09:49

“Ho detto in ogni città dove sono stato in campagna elettorale che il governo per noi si sarebbe potuto fare in base a convergenze sui temi ed è la linea che intendo portare avanti in totale trasparenza di fronte ai cittadini e al capo dello Stato. Tutte le forze politiche devono manifestare responsabilità in tal senso. Non è possibile che ora inizino teatrini, che si avviino giochi di palazzo e strategie alla House of Cards. Adesso è il momento di fare le cose che aspettiamo da 30 anni e lo si può fare solo cambiando metodo”. Così il candidato premier del M5S, Luigi Di Maio, in una lettera a Repubblica si rivolge ai partiti, in vista del prossimo esecutivo.

Per Di Maio “con il voto del 4 marzo è iniziata la Terza Repubblica, che sarà la Repubblica dei Cittadini. La portata di questo voto è immensa e segna uno spartiacque con tutto quello che è venuto prima. Forse ancora non ne apprezziamo del tutto l’importanza, soprattutto per quanto inciderà sugli anni a venire. Ma una cosa è sicura. Da qui non si torna più indietro“. “I cittadini – sottolinea Di Maio – hanno deciso di darci fiducia regalandoci un risultato storico: hanno finalmente visto un progetto, al quale chi vuole può partecipare, e i mezzi e le persone per realizzarlo”. ‘Politica vuol dire realizzare’, disse Alcide De Gasperi. Politica per noi sarà realizzare il programma che abbiamo presentato agli elettori”.

“‘Partecipa. Scegli. Cambia’ era quello che abbiamo chiesto ai cittadini, loro hanno partecipato e hanno scelto – ricorda Di Maio – . Ora insieme abbiamo la storica occasione di cambiare l’Italia. Io non voglio perderla e chi ha scelto di ostacolare a tutti i costi il cambiamento faccia pure, ma sappia che non si può fermare il vento con le mani e che noi nonostante tutto cambieremo l’Italia”.


Radio Veronica Classic

Current track
TITLE
ARTIST

Background